Ricerca consumi di alcol e droghe

181

Informazioni ai giovani sui rischi e invito al controllo delle proprie capacità di guida alla uscite delle discoteche. Si inizia in Valdarno il 17 ed il 18 aprile con il ?Carosello?. A seguire, il 23 aprile sarà la volta del ?Fitzcarraldo?.

MONTEVARCHI ? Se Maometto non va alla montagna ? un vecchio adagio che perfettamente si adegua all?iniziativa del Servizio Tossicodipendenze (Ser.T.) e della Zona Distretto del Valdarno per dare continuità alla attività di prevenzione ed informazione sul consumo di sostanze psicoattive, individuando nei bar, sale giochi, circoli ricreativi e nei locali notturni gli ambiti prioritari ove cercare una relazione con i giovani che li frequentano.
Il progetto è nato dai risultati di una ricerca fatta nel ?98 sui consumi di nuove droghe in alcune discoteche e disco pub della provincia di Arezzo. E nei due prossimi fine settimana si replica, con una serie di iniziative mirate.

?Le finalità del progetto realizzato in collaborazione con le Associazioni del Volontariato e con il Centro Documentazione e Ricerca del Dipartimento Dipendenze di Arezzo ? afferma la dr.ssa Anna Domenichelli – mirano ad approfondire l?analisi dei bisogni di questa fascia di cittadini per progettare interventi mirati e valorizzare la capacità di autogestione, riguardo alle proprie condizioni psicofisiche connesse alla guida dell?auto?.
Dal punto di vista scientifico gli obiettivi sono la conoscenza dell?area delle relazioni prioritarie della vita del giovane (area familiare, contesti del gruppo dei pari, interazione con le opportunità aggregative ricreative offerte dalle agenzie del territorio, relazioni con il mondo della scuola e del lavoro) per mezzo di un questionario distribuito assieme a dei gadgets nei luoghi di aggregazione giovanile. Si intende così far conoscere e promuovere la fruizione delle risorse per divertimento e tempo libero presenti nel territorio, rilevare l?estensione e la modalità di consumo, nonché il livello di conoscenza dei rischi connessi all?uso di sostanze psicoattive nel mondo giovanile.

Nel corso dell?iniziativa si punterà a favorire l?autocontrollo riguardo la propria idoneità alla guida attraverso la distribuzione di materiali informativi e, all?uscita delle discoteche, attraverso una unità mobile attrezzata con un alcolimetro e un riflessimetro.

Tutto l?intervento prevede la consulenza di un esperto sociologo nella persona del Dr. Raimondo Pavarin, responsabile dell?Osservatorio Epidemiologico Metropolitano Dipendenze Patologiche di Bologna e si raccorda con il progetto provinciale Happy Night.
Le prime uscite programmate, grazie anche alla particolare sensibilità e disponibilità dei gestori dei locali, avranno luogo sabato 17 e domenica 18 aprile al Carosello; venerdì 23 aprile al Fitzcarraldo; sabato 24 e domenica 25 nuovamente al Carosello. In queste occasioni alcuni giovani, appositamente formati, ingaggeranno i loro coetanei con gadgets e questionario, mentre un camper sosterà all?esterno dei locali per responsabilizzare i giovani sulle proprie condizioni psicofisiche di idoneità alla guida.

Articlolo scritto da: USL 8