Un Vasari Rugby Arezzo da urlo

170

Domenica la partita tra il Vasari rugby Arezzo e l? A.S. Formigine Rugby doveva essere una partita dura, e lo è stato, doveva anche essere una partita senza speranza, già persa, e invece non è stato così: un Vasari umile, tenace e combattivo ha sconfitto il Formigine 32 a 22, zittendo gli emiliani venuti al gran completo e con la convinzione di aver già vinto la partita. Sul campo sono scese due formazioni molto competitive, infatti, sin dai primi minuti di gioco, si è vista una partita vibrante e tirata sino allo spasimo. Il Vasari, che sembrava scomparire a confronto dei colossi argentini schierati in campo dagli emiliani, ha capito che se voleva realizzare qualche punto doveva subito cercare di attaccare in velocità le linee di difesa del Formigine e fare una pressione continua sul gioco avversario. Cosi è stato e già dopo 18? minuti, si è visto che era la tattica giusta perché gli aretini hanno segnato la prima bella meta della partita. Per il resto del mach si sono viste le due squadre soprattutto difendere e temporeggiare, aspettando le occasioni giuste per segnare, e questo è successo quattro volte per il Vasari e quattro per il Formigine ma il Vasari con i soliti infallibili piedi di Ciabatti ha raggiunto la vittoria realizzando in più degli emiliani due calci piazzati e tre trasformazioni. I complimenti vanno a tutta la squadra aretina che con umiltà sta facendo sempre più vedere che con la passione e la determinazione si può arrivare dove si vuole, basta crederci. Formazione: Sacrestano (Vice Cap.), Pagnotta (De Petrillo 1? s.t.), Borri, Dragan, Citernesi, Ciabatti, Falomi, Zelli (Gamberi 1? s.t.), Guiducci (Cap.), Raffaelli, Senesi D., Marzelli (Valentini 30? s.t.), Tarchiani (Gelli 1? s.t.), Rondoni (Senesi L. 1? s.t.), Roselli. Allenatore: Franco Ascantini.

Articlolo scritto da: Daniele Gelli