Stop al riso a rischio di contaminazione

182

L’associazione chiede che, per il principio di precauzione, venga per il momento interrotta l’importazione di riso a rischio di contaminazione da organismi geneticamente modificati dopo la scoperta di riso Ogm illegale in prodotti cinesi venduti in Francia, Germania e Gran Bretagna.

”Per salvaguardare la salute dei cittadini, è necessario bloccare l’importazione di riso a rischio contaminazione – afferma Beppe Riccardi del Movimento Consumatori – finché non venga garantita pienamente la sicurezza del prodotto".

“Il principio di precauzione dovrebbe valere anche per altri prodotti che provengono da paesi che non fanno parte dell’Unione Europea – – continua Riccardi. In Europa va ricordato anche che vi è sempre la legge che impone in tutti i prodotti alimentari la dichiarazione in etichetta se vi è una quantità superiore di Ogm dello 0,9 % in produzioni autorizzate e dello 0,5 % in quelle non autorizzate (ed il riso non è autorizzato).

Il problema principale in questi casi è quello dei controlli, non abbiamo la garanzia che se ne facciano abbastanza, del resto non abbiamo quasi mai visto un'etichetta che dichiara la presenza di OGM in un prodotto, ma è quasi sicuro che mais e soia siano ormai quasi tutti modificati geneticamente”.

Articlolo scritto da: Stefano Pezzola