La giornalista di RAI 3 Giovanna Botteri ad Arezzo

20070505_giovannaboteri

AREZZO – Prosegue il ciclo di incontri “arezzolegge” organizzato dall’assessorato alla cultura del Comune di Arezzo. Il giorno 8 maggio, alle 17,30 al Teatro Bicchieraia, verrà presentato il libro di Raffaele Favero “Rafiullah. Via da Milano, tra i mujaheddin”, diario vincitore dell’edizione 2005 del Premio dei Diari di Pieve Santo Stefano, dove compare la prefazione di Giovanna Botteri, volto giornalistico di RAI 3 e conduttrice del telegiornale della rete.
Giovanna Botteri ha ottenuto, tra l’altro, nel 2006 lo speciale riconoscimento “Benvenute in Toscana”, progetto dell’Agenzia per il Turismo di Arezzo e dell’Archivio Diaristico Nazionale, che si propone di valorizzare la presenza delle viaggiatrici sul territorio toscano in luoghi ricchi di valenza ambientale e di percorsi culturali. L’incontro tra la giornalista Giovanna Botteri e la nostra regione è avvenuto proprio nelle stanze autobiografiche dell’Archivio dei Diari in occasione della stesura della prefazione al libro di Raffaele Favero.
All’incontro di martedì al Bicchieraia interverranno, oltre alla Botteri, Camillo Brezzi, assessore alla cultura del Comune di Arezzo, Natalia Cangi, Presidente della Commissione di Lettura del Premio Pieve Banca Toscana, Lamberto Palazzeschi, Presidente della Fondazione Archivio Diaristico Nazionale e Fabrizio Raffaelli, Direttore dell’Apt di Arezzo.
Nel libro, la storia di Raffaele, partito da Milano per l’India, fermatosi in Afghanistan e convertitosi all’islam. Si ripercorre, attraverso le lettere che Raffaele (che si firma Rafiullah) manda alla famiglia, la storia di un uomo libero che sceglie di tornare ancora in Afghanistan quando i sovietici invadono il paese per raccontare dall’interno la resistenza del popolo dei mujaheddin.