Innovazione & Integrazione

146

Arezzo – Anche quest’anno "Innovazione & Integrazione", la fiera dell’innovazione e delle tecnologie per la disabilità promossa dalla Provincia di Arezzo, svolge una parte peculiare all’interno del "Forum Risk Management in Sanità", l’appuntamento annuale più importante nella sanità italiana in programma per i giorni 23-26 novembre 2010, presso Arezzo Fiere e Congressi, promosso da Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità, Agenas, Fondazione Sicurezza in Sanità, Conferenza Stato-Regioni (coordinamento sul rischio clinico).

Innovazione & Integrazione quest’anno si distinguerà per la volontà ancor più incisiva di creare uno spazio di incontro e confronto tra gli attori portatori di interesse, gli operatori del settore e le aziende che sviluppano soluzioni tecnologiche e terapeutiche. In particolare, la fiera allestirà un’area espositiva interattiva, con alcuni esempi tecnologici che testimonieranno come, attraverso volontà e ingegno, ogni barriera è superabile. Un esempio su tutti: l’aereo ultraleggero adattato portato in esposizione da una scuola di volo per piloti disabili auto-ironicamente definiti “Baroni Rotti”, i quali offrono ai presenti simulazioni di volo. Giovedì 25, si potrà assistere a partite di Basket in Carrozzina de “Le Volpi Rosse” (Federazione Italiana Pallacanestro) e a quelle dei ragazzi delle scuole superiori aretine che ‘saliranno’ in carrozzina per mettersi alla prova in una partita di basket.

Presenti tra gli altri, l’Associazione Paraplegici con il pilota Luca Donateo che porterà in esposizione la macchina da corsa adattata con cui ha vinto il campionato di Formula 3, ma anche il Comitato Paralimpico Italiano con uno stand informativo, un ping-pong, un calcio balilla adattato e perfino una moto adattata. Altro attore fondamentale dello sport è il Coni, che parteciperà sia con uno stand che con dimostrazioni di tiro a segno elettronico. Agli studenti in modo particolare è dedicato il Percorso Sensoriando, un percorso didattico che ha l’obiettivo di sensibilizzare i giovani, avvicinarli a chi vive nella disabilità e fargli scoprire che può divenire una risorsa per la società intera. All’interno del percorso sensoriale è possibile visitare una “Casa Domotica” che mette in luce le ultime innovazioni rispetto all’accessibilità e come gestirle per offrire una soluzione d'avanguardia, a costi contenuti, aumentando gli standard di sicurezza, accessibilità, comfort e affidabilità.