‘Potenziamento di Molin Bianco e nuovo aeroporto altrove’

122

AREZZO – L’interrogazione che ho presentato nella seduta di Consiglio Comunale del 29 maggio ha sortito la conferma della posizione del Sindaco sul destino dell’aeroporto di Molin Bianco, posizione già emersa alla luce del sole nell’agosto 2008 in risposta ad alcune mie dichiarazioni al riguardo.
Però, le argomentazioni a sostegno della benedizione del servizio di aerotaxi che intende svolgere la società CTWR al Molin Bianco, non convincono per nulla. Da un lato il Sindaco è d’accordo con questa società sulla necessità di potenziare lo scalo per uno sviluppo della città; dall’altro, e questa è una novità appresa in aula, è disposto a spendere 10 milioni di euro di soldi pubblici per un futuro aeroporto.
Ciò pur ammettendo di non aver mai intrapreso lo studio di settore previsto dal Piano Strutturale, necessario prima di realizzare un’opera del genere; pur non avendo avuto alcun riscontro alla proposta lanciata il 21 agosto 2009 agli Enti locali e regionali interessati, di realizzare un aeroporto di medie dimensioni e pur sapendo che l’ENAC e la Regione Toscana non intendono consentire la realizzazione di nuovi aeroporti!
In realtà credo che si tratti “solo” di un annuncio in una campagna elettorale già iniziata, che intende affascinare i seguaci delle grandi opere e che contemporaneamente vorrebbe addolcire la pillola per gli abitanti delle zone limitrofe al Molin Bianco, volendo far credere che il loro sacrificio durerebbe solo alcuni anni. Un tantino offensivo direi per l’intelligenza dei cittadini.
Così, altrettanto offensivo è affermare che un solo aereotaxi in aggiunta agli aerei che già interessano l’infrastruttura, non crea nessun ulteriore impatto. Premesso che l’aeroporto dovrebbe prima essere abilitato al volo commerciale, se ciò comunque avvenisse, non vi sarebbe alcuna limitazione al numero di aerotaxi, non c’è insomma una sorta di contatore di aerei. Ma poi, se davvero fosse un solo collegamento aereo settimanale, davvero il Sindaco è convinto che in tal modo c’è ripresa e sviluppo per la città’? Ma chi pensa che ci creda?
Che delusione riascoltare esattamente le stesse affermazioni che venivano espresse dalle due precedenti amministrazioni comunali di centro destra e che amarezza dover continuare a contrastare le stesse intenzioni fatte proprie dal governo di centro sinistra della città.