Festival del Territorio – Arezzo chilometro 0

197

Festival del Territorio – Arezzo chilometro 0, un evento di rilievo culturale con il primario obiettivo di promuovere ed incoraggiare le attività culturali ed enogastronomiche del territorio aretino assaporandone tradizioni e radici. Sede della manifestazione che si svolgerà da giovedì 6 giugno a domenica 9 giugno 2013, sarà il parco di Villa Severi, in Via Francesco Redi, prestigiosa location che ospiterà per tutta la durata dell’evento attività, workshop, associazioni culturali, spettacoli dal vivo, corsi e tavoli di discussione.
Il Festival che si inserisce in un progetto di promozione delle eccellenze culturali del nostro territorio, è direttamente organizzato dall’Associazione Ideare, associazione culturale senza fini di lucro e apartitica, nata ad Arezzo dall’ambizione dei suoi soci di coltivare ed incentivare iniziative ed eventi culturali ed enogastronomici. La manifestazione, che non ha potuto usufruire di contributi e sostegni statali, sarà completamente autofinanziata.
“I nostri principali obiettivi sono quelli di promuovere ed organizzare eventi innovativi, con interesse all’ambito musicale, digitale, folkloristico, culinario, artistico e del benessere – così si esprime Andrea Riccioli, Presidente e fondatore dell’Associazione Ideare organizzatrice del Festival.
Puntiamo a valorizzare la cultura della produzione imprenditoriale e commerciale del territorio, sostenendo l’organizzazione di attività nell’ambito di un progetto lowcostevent (eventi coprodotti con il mondo dell’imprenditoria aretina e non solo), al fine di abbattere i costi di realizzazione; intendiamo promuovere
e sostenere la cultura della filiera corta e del chilometro zero culturale. L’Associazione Ideare – conclude Andrea Riccioli – è un’associazione che persegue finalità culturali, ricreative, sociali e civili.”
Le attività ed i mestieri artigiani, le passioni culinarie, l’opulenza e la ricchezza delle nostre campagne sono da sempre fonte di sviluppo economico e sociale per il nostro paese. Sagre ed eventi, rievocazioni e manifestazioni paesane, oltre alle attività artigiane ed imprenditoriali ne rappresentano un veicolo importante per la salvaguardia e la promozione della cultura. Il tutto in un ambizioso programma di crescita, sviluppo ed integrazione, esplicabile con attività di confronto, di partecipazione e sensibilizzazione soprattutto verso la tradizione e verso il benessere psico-fisico, coinvolgendo famiglie, giovani, imprenditori ed istituzioni. Importante iniziativa inserita all’interno del Festival sarà il progetto Arezzo Wellness, attività collaterale promossa dalla Palestra Four Fitness di Arezzo, in cui alcuni tra i più importanti guru del benessere avranno un apposito spazio con lo scopo di sensibilizzare la popolazione aretina al benessere psico-fisico.
Tutto questo sarà il Festival del Territorio – Arezzo chilometro 0, una prima edizione per la provincia aretina che già possiede quelle peculiarità essenziali per la promozione delle nostre radici.
Tra i principali obiettivi del progetto quello di sostenere la AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) sezione di Arezzo, a cui sarà devoluto in beneficenza parte del ricavato della manifestazione. Un contributo di solidarietà che potrà essere di ausilio per sostenere gli oneri più rilevanti.
Integrandosi in quello spirito di valorizzazione espresso dall’Associazione Ideare, il Festival si propone di sostenere ed incentivare la produttività del nostro territorio, stimolare la creatività giovanile in ambito artigianale ed imprenditoriale, creare un importante connubio tra riscoperta delle tradizioni e dei sapori della nostra terra e benessere psico-fisico, sensibilizzando verso l’uso di cibi sani ed a chilometro 0.
Il tutto inserito all’interno di un contesto innovativo ed ecosostenibile, un circuito ecologico, con una particolare attenzione al rispetto dell’ambiente, con una sensibilizzazione verso il sociale ed il presupposto di superare le barriere architettoniche presenti.
Favorire la partecipazione, la socializzazione e la crescita personale attraverso il confronto tra le molteplici realtà del territorio; instaurare collaborazioni, creare occasioni di incontro, gettare le basi per la realizzazione di progetti futuri; promuovere eventi che esprimano un senso di identità.
Questi i punti chiave della manifestazione che per quattro giorni sarà ospitata nel parco di Villa Severi.
Sostenendo principi di rispetto e salvaguardia ambientale, la manifestazione si presenta come un ricco appuntamento di cultura enogastronomica, che coinvolge alcune tra le più importanti sagre del territorio aretino che hanno ricevuto il riconoscimento ufficiale della Provincia di Arezzo, merito ottenuto
grazie ad un percorso di crescita e sviluppo organizzativo, alla corretta gestione dei rifiuti ed all’esclusivo utilizzo di prodotti a chilometro 0.
Questo l’elenco delle Sagre coinvolte:
Sagra del Raviolo di Chitignano
Antica Festa del tegame di Monte Sopra Rondine Sagra del Tortello alla Lastra di Corezzo
Sagra della Nana di Montagnano
Sagra della Pulenda di Poggio a Loro
Sagra del Tartufo di Chiusi della Verna
Sagra della Pecora di Chitignano
Sarà inoltre presente anche un’importante associazione riconosciuta ufficialmente dalla Regione Toscana: Rievocazione storica Campus Leonis di Castelluccio.
Il programma della manifestazione si propone l’obiettivo di offrire un appuntamento culturale che abbia un riscontro concreto sulla città.
Le associazioni enogastronomiche presenti saranno importanti promotrici di una rievocazione culinaria e culturale, offrendo per tutta la durata della manifestazione specialità del territorio, prodotti tipici e degustazioni, oltre a materiale informativo.
Molti gli spettacoli che andranno in scena ogni sera trasformando il parco in un laboratorio a cielo aperto, con esibizioni di bande musicali e giocolieri, artisti di strada e ballerini, spettacoli folkloristici e piccoli teatri;
un dj set curato dai ragazzi dello Skatepark (Associazione Street Survival) di Arezzo che allestiranno la pista
da skate/bike proponendo corsi gratuiti consentirà, a quanti lo vorranno, di avvicinarsi a questa suggestiva attività sportiva.
Un’apposita area, questa, dove gli skater più famosi d’Italia si esibiranno ed in cui verrà allestita, per tutta la durata del Festival, la parete da scalare del CAI (Club Alpino Italiano) sezione di Arezzo in cui personale specializzato farà provare a quanti lo vorranno l’ebrezza della scalata e la scoperta del territorio con camminate per grandi e piccini.
Un’ampia zona sarà direttamente dedicata ai più piccoli, con un programma di attività “Giocare Imparando” che si snoderà tra laboratori e piccoli teatri di burattini, proponendo giochi, baby dance e caccia al tesoro. Con l’ausilio delle Fattorie Didattiche della Provincia di Arezzo, una fattoria con pony e ciuchini sarà allestita nell’area dedicata ai bambini che seguiti da apposito personale potranno imparare giocando.
Infine, una sezione del Parco sarà interamente dedicata ad “Arezzo Wellness” dove specialisti di prestigio internazionale esperti di benessere e fitness, proporranno aree dimostrative e corsi specifici di varia tipologia al fine di sensibilizzare la popolazione aretina verso la sana cura del corpo e della mente.
Le quattro giornate del Festival affronteranno momenti di spettacolo e d’intrattenimento, proporranno eventi di aggregazione e d’informazione, il tutto con il fine comune di promuovere il proprio territorio.
Non mancheranno tavoli di lavoro e discussione promossi dai vari enti presenti all’interno del Festival.
Ogni momento, ogni piccolo incontro ed ogni piccola attività sarà occasione di crescita e sviluppo.