Incontro con Donne di carta in occasione della Festa della donna

114

In occasione della Festa della donna, l’Associazione Donne di Carta incontrerà i ragazzi della Scuola media di Badia al Pino, proponendo, con il solo aiuto della passione per la letteratura e della memoria, brani di libri di autori italiani e stranieri. Le persone–libro dell’associazione Donne di Carta sono lettrici talmente appassionate che non si accontentano di leggere i libri, ma vogliono viverli sulla propria pelle e condividere quest’emozione con gli altri. Per riuscirci, una persona-libro impara a memoria interi brani di opere narrative o poetiche e le porta in mezzo alla gente: per le strade, le piazze, in occasione di incontri o eventi culturali.
L’idea nasce dal libro di Ray Bradbury “Fahrenheit 451”; il romanzo è ambientato in un futuro possibile in cui una spietata dittatura utilizza la televisione per ammansire la popolazione e consolidare il proprio potere. In questo scenario i libri sono considerati sovversivi e vengono sistematicamente bruciati. Ma esiste una resistenza di lettori che per salvare la letteratura dall’oblio impara i libri a memoria. Un modo per continuare a farli vivere e liberare la propria anima. Le persone-libro dell'Associazione Donne di Carta, non recitano, non scrivono, non si limitano a leggere, si fanno esse stesse libro, per donare l'emozione provata per la bellezza del contenuto e delle parole, cercando di costruire il piacere dell'ascolto. Donne di Carta è la portavoce in Italia del “Proyecto Fahrenheit 451”.
L’appuntamento è per venerdì 8 marzo, ore 9.00 e ore 10.30, presso l’Auditorium scolastico di Badia al Pino.