“Aspetta, aspetta!”: Una performance basata sull’improvvisazione

375
Convertito Innanen
Convertito Innanen

Giovedì 24 aprile sul palco dello Spazio Seme andranno in scena due esibizioni surreali.

La prima, “Aspetta, aspetta!”, improvvisata e interpretata da Giorgio Convertito, Riikka Theresa Innanen, Leonardo Lambruschini, Gianni Bruschi, Francesco Botti e Sofia Sguerri.

Giorgio e Riikka sono due artisti di fama internazionale amici di Spazio Seme, di passaggio da Arezzo.
Danzatori, perdormer e coreografi, vivono in Finlandia e lì, per la precisione ad Helsinki, hanno la propria base operativa.
 
Giorgio Convertito, danzatore e coreografo diplomato alla School for New Dance Development, Scuola di Teatro di Amsterdam, vive ad Helsinki dal 2001. Dal 2006 organizza e cura l’Helsinki Meeting Point, un palcoscenico d’incontro per danzatori e musicisti interessati ad improvisare assieme. L’improvisazione o Instant Composition è il suo interesse principale e la piu’ grande influenza nel suo lavoro sia come danzatore che come coreografo e ha giocato un ruolo di spicco nella maggior parte dei progetti in cui è stato coinvolto negli ultimi anni, facendolo diventare una delle figure principali nella scena dell’improvisazione ad Helsinki.
 
Riikka Therese Innanen, danzatrice, coreografa e visual e video artist diplomata alla School for New Dance Development. Dopo il diploma ha lavorato sia come artista che come insegnante di danza e video in Europa. 
Oltre al lavoro come artista, ha curato e organizzato eventi importanti come, ad esempio, il Side Step- festival (dal 2001al 2009).
Ha collaborato con l’Helinä Rautavaara Museum, creato numerosi video e installazioni e insegnato editing, camera e composizione video all’Amsterdam School of the Arts.
Quest’anno, è stata scelta come coreografa ufficiale del Tanssivirtaa Festival 2014.
Dopo “Aspetta, aspetta!” andrà in scena una performance eseguita da tre artisti, studenti dell‘Accademia dell’Arte nel Coastal Carolina University program.
Presenteranno il loro “SeemLess” , una serie di brevi episodi di teatro fisico ispirati da scenari quotidiani, riadattati e presentati con una visione distorta della realtà.
“SeemLess” prende in esame l’identità e le lotte che intraprendiamo e sopportiamo per stabilire la nostra identità personale. Esamina così anche il suo significato in una mondo in continua trasformazione.
Gli interpreti:
Stephen Craig
Jessica Bryant
Karli Cole
Ingresso: prima consumazione obbligatoria a 5 euro.