Il protocollo per l’organizzazione di eventi musicali estivi

201
Microfono
Microfono

Firmato dall’assessore allo sport e alle politiche giovanili del Comune di Arezzo il protocollo che regola l’organizzazione degli eventi musicali dell’estate 2014. Firmatarie, assieme a Francesco Romizi, le realtà associative del territorio che realizzano di iniziative ed eventi rivolti prettamente ai giovani. Sono: Cooperativa al plurale, Associazione culturale music!, Associazione river music festival, Jazz club Arezzo, Il baluardo, Orchestra giovanile di Arezzo, Melodika, Associazione ideatica, Associazione filostoccola, Fondazione Arezzo wave Italia, Associazione progildan, Circolo acli Meliciano, Circolo culturale aurora, Noidellescarpediverse, Associazione sportiva dilettantistica Semillita, Associazione ideare, Associazione Castelsecco, Kombat systems, Alice club, Vox cordis, Spazio Seme.

“Siamo arrivati – ha sottolineato Romizi – al termine di un percorso che ha lo scopo di razionalizzare la potenziale offerta di prodotti culturali, musicali e di intrattenimento. L’assessorato ha promosso una serie di incontri con i rappresentanti delle principali associazioni, gruppi informali e cooperative operanti nel settore dell’organizzazione degli eventi per individuare le iniziative in programma nel corso dell’estate 2014, elaborare, in collaborazione con gli organizzatori e gli altri soggetti istituzionali interessati, un calendario complessivo strutturato in modo tale da consentire una distribuzione omogenea degli eventi ed evitare sovrapposizioni, valutare le criticità organizzative, individuare impegni reciproci per garantire la convivenza delle manifestazioni con il contesto urbano”.

Veniamo ad alcuni aspetti del protocollo: nei giorni feriali e di domenica le manifestazioni devono terminare entro la mezzanotte mentre il sabato è concesso un tempo maggiore, fino alle 1,30. Solo ed esclusivamente per le manifestazioni Arezzo Wave e Mengo Music Festival è prevista una deroga: così nei giorni feriali e di domenica potranno durare fino a mezzanotte e mezzo e di sabato fino alle 2.

Saranno gli organizzatori dei singoli eventi a farsi carico di tutta una serie di adempimenti, dalla richiesta di autorizzazione di pubblico spettacolo e suolo pubblico alla Pm alle pratiche presso il Suap nel caso di eventi che prevedano somministrazioni di cibi e bevande. Dalla predisposizione della pulizia dell’area di spettacolo, da garantire comunque per le 9 della mattina successiva ai singoli eventi alla sistemazione di un numero adeguato di bagni chimici, di cui uno almeno per portatori di handicap, con la relativa manutenzione e pulizia. Il personale impegnato nel servizio d’ordine dovrà essere adeguatamente preparato, in numero proporzionale alle caratteristiche del luogo di spettacolo e della capienza di pubblico e sarà impegnato, oltre che nel garantire la sicurezza, anche nel mantenimento del decoro dell’area al termine delle manifestazioni.

La Pm effettuerà il controllo sul rispetto dei termini di conclusione dei vari eventi, nonché degli adempimenti a carico dei singoli organizzatori. In caso di violazione del limite orario nel corso di un evento musicale, il festival di cui lo stesso fa parte verrà interrotto. All’organizzatore inadempiente saranno rifiutate successive richieste di patrocinio e contributi anche per eventuali altri festival.

Questione residenti: al fine di prevenire i disagi causati da uso eccessivo di bevande alcoliche, i firmatari del protocollo si impegnano a mettere in atto tutte le misure di sensibilizzazione sul tema finalizzate a scoraggiare l’abuso di alcol. Inoltre, per garantire la conoscenza degli eventi in calendario da parte della popolazione residente nelle aree interessate dagli spettacoli, verranno messe in atto azioni di comunicazione specifiche.