Solidarietà e Gospel per l’Africa: Ella Armstrong (figlia del leggendario Louis) in concerto per i bambini del Benin

513
Ella Armstrong
Ella Armstrong

Una due giorni dedicata alla solidarietà e ai diritti umani, per ricordare quelle forme di schiavitù che ancora esistono in Africa, e che vedono vittime soprattutto i bambini: è l’evento che si svolgerà martedi 15 e mercoledi 16 aprile presso l’Auditorium Le Fornaci (via Vittorio Veneto n.19, www.fornaci.org). Organizzato dal Comune di Terranuova Bracciolini, cuore dell’evento sarà il concerto di mercoledi, in cui si esibirà l’artista Ella Armstrong, figlia del leggendario Louis, icona mondiale della musica. Ad affiancarla sul palco il coro gospel e un ensemble formato da ottoni, percussioni e pianoforte per una serata dal sound afroamericano, a base di spiritual. L’evento sarà anche un atto di solidarietà verso i bambini del Benin: la data toscana, infatti, si inserisce nel tour della Armstrong intitolato ‘No more slave life for children’ (tradotto, ‘Niente più vita da schiavi per i bambini’). Musica, spettacolo e immagini saranno abbinate ad una raccolta fondi in soccorso dell’Associazione Cesorea del Benin, che opera per la creazione di una casa di accoglienza per i bambini di strada ad Athieme.

“La schiavitù in Africa è il punto di partenza del gospel e di tutti gli stili che ne derivano – spiega Ella Armstrong – e il gospel è anche il punto di partenza dello spettacolo, che a mano a mano si apre a sonorità blues, jazz e latine”. Ogni brano della serata avrà una propria collocazione, storica e geografica (inizio ore 21.30, ingresso 7-10 euro).

A completare l’iniziativa, martedi 15 aprile, sarà la proiezione del film ‘12 anni schiavo’ di Steve Mcqueen. La pellicola, vincitrice dell’Oscar 2014 per la categoria miglior film, racconta per immagini la biografia di Solomon Northup, un talentuoso violinista nero che, per colpa di un inganno, finirà schiavo in una piantagione di cotone nell’America della guerra di secessione (ore 21.30, ingresso 5/4 euro).