Attentato a Bruxelles: la testimonianza di Virginia Masoni

16509

Un attentato al cuore dell’Europa è quello che si sta consumando da questa mattina a Bruxelles. Si trova nella capitale belga la responsabile comunicazione e relazione esterne di Confindustria Toscana Sud Virginia Masoni.

“Sono arrivata a Bruxelles due giorni fà per seguire dei seminari all’interno della Delegazione di Confindustria presso l’Unione Europea. Questa mattina quando è iniziata a circolare la notizia dell’esplosione all’aeroporto inizialmente i media locali parlavano di un tentato attentato, poco dopo sono arrivate le tragiche conferme dell’entità della tragedia: due esplosioni, 13 morti, moltissimi feriti.

Mi sono spostata dall’hotel dove alloggiavo alla sede degli uffici di Confindustria. Qua abbiamo appreso del secondo attentato presso le due stazioni metro di Maelbeek e Schuman che si trovano vicino alle sedi del Parlamento e del Consiglio europeo: 15 morti è il primo bilancio diffuso.

La città è completamente bloccata, macchine della polizia ed ambulanze sono ovunque. E’ stata chiusa la frontiera tra il Belgio e la Francia, bloccati i treni con la Germania.

Siamo di fronte ad una ferita profondissima per tutta l’Europa a tre giorni dall’arresto di Salah Abdeslam, il principale ricercato per gli attentati di Parigi.”