Il concerto di Capodanno al Teatro Petrarca

1465
OIDA Orchestra Teatro Petrarca
OIDA Orchestra Teatro Petrarca

Presentato dal sindaco Alessandro Ghinelli e dall’assessore Lucia Tanti il concerto di Capodanno che si terrà domenica 1 gennaio alle 18 al Teatro Petrarca di Arezzo, frutto della collaborazione tra amministrazione comunale e le due associazioni Opera Viwa e Oida Orchestra di Arezzo.

L’evento fa parte dell’iniziativa “Musica per le feste” nell’ambito della quale rientra anche l’altro concerto previsto in duomo il giorno di Santo Stefano alle 15,45 dal titolo “Gloria in excelsis deo”.

Il concerto di Capodanno comprende il classico repertorio viennese, con valzer, polke e marce dei grandi compositori della famiglia Strauss,unitamente ad alcune arie solistiche e duetti per soprano e tenore dal sapore brillante e accattivante, tratte dal repertorio di operetta e di “salon musik” e trova una prestigiosa collocazione dal punto di vista scenico e acustico. I protagonisti saranno Oida Orchestra di Arezzo diretta dal maestro Romolo Gessi, uno dei maggiori esperti del repertorio viennese in Italia, con il soprano Silvia Martinelli e il tenore Luca Canonici.

L’evento è in collaborazione, inoltre, con il liceo classico e musicale “Francesco Petrarca” di Arezzo.

Il sindaco Alessandro Ghinelli: “se lo scopo dell’iniziativa era rinsaldare il rapporto tra la città e il teatro Petrarca, direi che siamo riusciti nell’intento. Non si può pensare di fare cultura nella città della musica senza eventi come questo. Il concerto di Capodanno per Arezzo dovrebbe diventare una tradizione attorno alla quale tutti possano riconoscersi anche grazie all’esibizione delle nostre eccellenze. È molto importante, inoltre, il fatto di avere riservato ai giovani alcuni biglietti: pensiamo che sia opportuno e necessario perché la prima volta a teatro diventa, oltre che un ricordo indelebile, uno stimolo di crescita culturale”.

Lucia Tanti: “il concerto di Capodanno è una prima assoluta per Arezzo, con questa iniziativa la città si qualifica come realtà sensibile alla musica e alla cultura musicale, entrando nel novero delle grandi città europee che tradizionalmente dedicano il giorno del Capodanno ad un momento musicale tradizionale a teatro. Di nuovo c’è che su volontà del sindaco sono stati riservati, a titolo gratuito, cento biglietti per altrettanti studenti selezionati dagli istituti scolastici superiori cittadini. Questo per rafforzare il progetto di Arezzo città della musica e della formazione musicale, per avvicinare gli studenti al teatro e per qualificare sempre di più questa amministrazione come attenta allo stretto rapporto tra cultura e educazione. Fa anche infinitamente piacere che il primo concerto di Capodanno si svolga al Teatro Petrarca e veda la partecipazione di artisti aretini di primissimo livello, che hanno saputo intercettare e portare ad Arezzo alte professionalità ‘regalando’ così alla città un evento importante e unico e dimostrando la stretta collaborazione e alleanza tra eccellenze aretine e amministrazione comunale”.

Il maestro Andrea Trovato dell’associazione Opera Wiva: “siamo lieti di partecipare a questa importante produzione, la prima sinfonica concertistica in stile viennese ma con l’aggiunta delle voci di Silvia Martinelli e Luca Canonici”.

Il tenore Luca Canonici: “sono orgoglioso di partecipare all’evento. Sarebbe anche il momento di un’ulteriore scommessa: portare l’opera lirica al Teatro Petrarca”.

Elisa Pieschi di Oida: “ad Arezzo vivono ottimi musicisti, spesso costretti a trasferirsi per suonare. Adesso mi pare che la situazione stia cambiando e registro questo fatto con piacere”.

 

Info su costi e acquisto dei biblietti:

Platea, I e II ordine di palchi: 10 euro intero, 8 ridotto, III e IV ordine di palchi: 7 euro intero, 5 ridotto (riduzione da undici fino a trenta anni e oltre sessantacinque anni di età, per i bambini fino a 10 anni di età compiuti l’ingresso è gratuito). La biglietteria, presso il Teatro Petrarca, (Via Guido Monaco, 12 – tel. 0575 1739608) sarà aperta il giorno dello spettacolo dalle 15 alle 18. La prevendita dei biglietti sarà effettuata presso la Rete Teatrale Aretina (Via Bicchieraia 34 – tel. 0575 1824380) martedì e giovedì dalle 16 alle ore 19, nonché presso i punti vendita del Circuito Box Office (www.boxofficetoscana.it)  e on-line all’indirizzo: www.boxol.it.