Il lusso, il Suv

2132

MOSCIANO SANT’ANGELO – La Mercedes rinnova profondamente il suo SUV di Fascia Alta, il GLS. Il sostituto del GL è disponibile con 3 Motori a Benzina (GLS 400 da 333 cv, GLS 500 da 455 cv, GLS 63 da 584 cv) oppure con 1 Motore Turbodiesel (GLS 350d da 258 cv), negli allestimenti Sport, Exclusive, Premium, Exclusive Plus, Premium Plus, AMG S. Esternamente, la grande fuoristrada a sette posti cambia nome e si rifá il trucco, e adesso mostra quanto sia stretto il suo rapporto di parentela con la lussuosa Classe S.

classe1Rispetto alla vecchia GL, la nuova Mercedes GLS si differenzia per il frontale inedito, con i fari dalla linea elaborata, il paraurti con le grandi prese d’aria e il cofano caratterizzato dai generosi rigonfiamenti. Dietro, cambiano leggermente i fanali e il fascione paracolpi. Quanto agli interni, l’ambiente resta accogliente e luminoso, ora appare ancora più lussuoso. Il volante multifunzione a tre razze ha uno stile inedito (e può essere ordinato anche nell’elegante abbinamento legno/pelle); la plancia e la consolle sono state rinnovate, con lo schermo a sfioramento di 8 pollici parzialmente integrato del sistema multimediale Comand Online, a cui si accede anche attraverso il touchpad e la manopola del controller montati nel tunnel centrale.

classe_2L’equipaggiamento include una lunga serie di sistemi elettronici di ausilio alla guida, tra cui il Collision Prevention Assist Plus (che avvisa con un segnale ottico e acustico quando la distanza col veicolo che precede è inferiore al limite di sicurezza), l’Attention Assist (che valuta il livello di attenzione del conducente, ne riconosce i segnali di stanchezza e lo avvisa per evitare un colpo di sonno), la frenata d’emergenza e l’Active Curve System, che mantiene l’auto piatta in curva (anche ad alta velocità) grazie alle barre antirollio attive; oppure il dispositivo antiarretramento in salita e il controllo della velocità in discesa. La posizione di guida, che si può adattare al meglio attraverso numerose regolazioni elettriche (anche per il volante), è comoda; le poltrone in morbida pelle sostengono a dovere il corpo e, all’occorrenza, possono massaggiarlo, rinfrescarlo o riscaldarlo.

Le finiture curate e i dettagli di classe (si possono avere anche inserti in legno di frassino, in pioppo, in radica di noce o in carbonio) rendono l’abitacolo elegante ed esclusivo. I comandi nel complesso sono ben disposti. Lo spazio non manca, anche nella terza fila di sedili, comodi perfino per due adulti. Il baule della Mercedes GLS segna un altro punto a favore dell’imponente fuoristrada tedesca. È davvero capiente, assai profondo con i sedili della seconda e della terza fila reclinati (si arriva a 210 cm), ha il pavimento piatto e non delude neppure con tutte le poltrone in uso: con sette persone la profondità del vano è di 47 cm, sufficienti per stivare dei trolley e qualche borsa morbida. Ed ora è il momento del test drive: la Mercedes GLS provata è stata la 350d 4Matic Premium Plus da 107989 €.

La nuova generazione del SUV extralusso di casa Mercedes è un veicolo imponente, dalle forme massicce, eleganti e muscolose. Su strada la GLS, nonostante le forme e le dimensioni non proprio “Smart”, è molto maneggevole, facile da guidare, comodissima e confortevole (ha spazio per 7 adulti, più i bagagli). Sotto il grande cofano trova alloggiamento l’unico motore diesel a listino, che è anche quello che equipaggia la GLS guidata. Il propulsore, denominato 350d è un 3000 a gasolio da 258 cv. Motore, che, nonostante la mole di oltre 2 tonnellate dell’auto e gli oltre 5 metri di lunghezza, non ha nulla da invidiare in fatto di prestazioni ai propulsori benzina, di più alta cilindrata e più elevata potenza. Infine il listino prezzi: si va da 84000 € della GLS 400 Sport fino ad arrivare a 148350 € della GLS 63 AMG S (Benzina), si va da 81700 € della GLS 350d Sport fino ad arrivare a 96350 € della GLS 350d Premium Plus (Diesel).

Bruno Allevi
Per ogni informazione sul mondo dei motori potete visitare il mio magazine www.bestmotori.it