Provato l’XLV, extra long vehicle

7660

ASCOLI PICENO – La Ssangyong affianca alla crossover Tivoli, la versione “station wagon” XLV.  La long version della Tivoli è disponibile con 2 Motori 1600 (il Benzina, disponibile anche a GPL, eroga 128 cv; il Turbodiesel ne eroga 115), negli allestimenti Start, Go, Be, Be Visual, Limited, Limited Visual. Esteramente la XLV si differenza dalla Tivoli, da cui deriva, per alcuni particolari. Analizzando nel dettaglio il corpo vettura, vediamo come la modifica principale è l’allungamento posteriore del veicolo, con una coda più squadrata rispetto alla crossover compatta di casa Ssangyong.

xlv2Il frontale è identico nella parte superiore, mentre il disegno del paraurti differisce per qualche dettaglio stilistico. Riprendono l’analisi del posteriore, abbiamo un grande portellone leggermente inclinato, i gruppi ottici a forma simil-scudata, l’alloggiamento della targa integrato nel paraurti. Internamente l’abitacolo della XLV è molto spazioso e rifinito con una certa cura. Apprezzabile la disposizione dei comandi. La posizione di guida, rialzata, è comoda. Bene la disponibilità di portaoggetti (comodo quello davanti al passeggero anteriore) e i pratici elastici dietro gli schienali anteriori: possono “fermare” gli oggetti più disparati.

xlv1Il baule non è male e ha il fondo posizionabile su due altezze. Elegante e completo è il quadro strumenti: leggibile e dal design moderno. Ed ora il momento del test drive: la Ssangyong XLV provata è stata la 1600 Turbodiesel e-XDI Be 2WD da 24388 €. La Ssangyong amplia  la propria gamma dei crossover presentando la XLV, definibile come la versione Station Wagon della Tivoli. Il prodotto coreano è un veicolo facile da guidare. Lo sterzo è pronto e la telecamera posteriore a colori (di serie) dà una grossa mano in manovra. Lo spazio a bordo è molto abbondante e il bagagliaio è enorme e permette un carico agevole di qualunque oggetto, ingombrante o no. Il motore che la equipaggia è il silenzioso e brillante 1600 Turbodiesel da 115 cv. Questo motore, unico diesel a listino, è il giusto compromesso fra prestazioni, silenziosità, consumi.

Infine il listino prezzi: si va da 18450 € della 1600 Start 2WD per arrivare a 25050 € della 1600 Be 4WD Automatica (Benzina); si va da 20400 € della 1600 Start 2WD per arrivare a 27000 € della 1600 Be 4WD Automatica (GPL); si va da 20400 € della 1600 e-XDI Start 2WD per arrivare a 30350 € della 1600 e-XDI Limited Visual 4WD Automatica (Diesel).

Per ulteriori informazioni sul mondo dei motori visitate il mio magazine www.bestmotori.it

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteReferendum: Monti, mai visto Castro o finiva anche lui in ‘accozzaglia’
Articolo successivoPil: Monti, Renzi punta ad accrescere consenso ma non favorirà crescita
Dopo oltre 17 anni di lavoro presso la Color Service Srl di cui sono stato amministratore e co-fondatore ho iniziato un nuovo percorso lavorativo con la mia nuova azienda ArezzoWeb S.r.l. Questi alcuni dei miei servizi offerti ai clienti: sviluppo del brand, crescita dei contatti Web, interfaccia utente del sito Web e introiti pubblicitari. Sviluppo di una strategia del brand e di sistemi statistici. Consulenza strategica, comprensiva dello sviluppo di piani aziendali e strategie di vendita. Consulenza per nuove aziende sulla formazione di strutture corporate, stesura di linee guida sulla privacy e strutturazione di transazioni commerciali.