Pubblicità: investimenti +2% nei primi dieci mesi 2016

217

Milano, 14 dic. (AdnKronos) – Il mercato degli investimenti pubblicitari nei primi dieci mesi dell’anno si attesta a +2% rispetto allo stesso periodo del 2015. E’ quanto si legge in una nota diffusa da Nielsen che evidenzia come, nel singolo mese di ottobre, la raccolta è in calo dell’1,7%. Se si aggiungesse anche la stima sulla porzione di web attualmente non monitorata (principalmente search e social), il mercato chiuderebbe il mese di ottobre a +0,9% e il periodo consolidato in crescita del 3,8%.
Relativamente ai singoli mezzi, la tv a ottobre cresce del 3,1%, chiudendo il periodo cumulato a +6,4%. Sempre in segno negativo la stampa: quotidiani e periodici calano nel singolo mese rispettivamente del 15% e del 4,1%, attestandosi nei dieci mesi a -­7,2% e -­3,8%. A causa di un ottobre negativo (-­2,8%), nel periodo gennaio – ottobre la radio riduce l’incremento della raccolta a +0,2%. La crescita di internet è dovuta principalmente a search e social, sulla base delle stime realizzate da Nielsen. Il web registra un decremento del 2,8% nel periodo cumulato e un calo del 5,6% a ottobre. Allargando il perimetro all’intero universo del web advertising, la raccolta nei dieci mesi chiude a +8%. Nonostante l’andamento negativo per il cinema a ottobre, il mezzo continua ad assestarsi in terreno positivo nel periodo cumulato, crescendo del 2,8%.
“Autunno di bonaccia per il mercato: nulla di imprevisto da parte degli operatori” spiega Alberto Dal Sasso, TAM e AIS Managing Director di Nielsen. “Sicuramente l’incertezza generale nel Paese e di una Europa in attesa di tornate elettorali rilevanti ha giocato e gioca un ruolo importante” “La tv – prosegue – sta vivendo un fermento generale e si dimostra più resiliente anche in autunno, così come i colossi del web di oltre oceano stando alle stime interne di Nielsen”.