Nei giorni di una primavera che tarda ad arrivare, e a una settimana dagli ultimi eventi con oltre 400 spettatori di famiglie e bambini, il Teatro Verdi di Monte San Savino cerca di raccontare la stagione teatrale 2015/16 appena conclusa e si riaggiusta l’abito vestendo i panni della grande musica per la ricca estate che lo attende, con i Corsi d’Interpretazione Musicale della XXII edizione del Festival Musicale Savinese e gli eventi dell’ampio cartellone del Festival delle Musiche.

“Quotidianamente”, titolo della stagione teatrale 2015/16 promossa da Officine della Cultura, ha riservato fin da subito sorprese con la direzione artistica curata da Amanda Sandrelli insieme a Massimo Ferri e Luca Baldini. Una presenza vera in paese, quella della nota attrice, che, oltre ad accompagnare alcuni degli eventi in cartellone, tra cui l’evento speciale in compagnia della madre Stefania Sandrelli, presentando in magnifico duo il film “Christine Cristina”, ha firmato la regia di una delle residenze del teatro della stagione appena conclusa: l’allestimento dello spettacolo “Il Piccolo Principe e l’Aviatore” prodotto da Officine della Cultura e accompagnato, per la prima regia in assoluto della Sandrelli, da ottimi giudizi della critica con un teatro capace di registrare il “tutto esaurito”.

I numeri della stagione, per gli 11 eventi distribuiti nelle due linee – blu, in abbonamento, e verde, legata alle giovani compagnie e al teatro amatoriale -, si fermano a un totale di 1.264 spettatori con una media di 115 spettatori a replica. Una platea piena in ogni occasione, per dare un’immagine esaustiva, con un incremento del 28% rispetto alla stagione precedente che dà soddisfazione ai tanti soggetti istituzionali e privati che continuano a credere e a investire nel progetto di un teatro vivo, dal Comune di Monte San Savino a Regione Toscana, Provincia di Arezzo, Rete Teatrale Aretina e A. S. Monteservizi srl, per proseguire con Banca Popolare di Cortona (main sponsor), ItalCatene, Lapi, Pensiero Stupendo, Italfimet, Sapori della Valdichiana, Salumeria di Monte San Savino e Bancasciano. E che ben rispondono ai presupposti dell’amministrazione comunale, espressi dal sindaco Margherita Scarpellini: “credere in un teatro, quello savinese, connotato come servizio pubblico finalizzato a sviluppare la riflessione critica ed a stimolare la crescita culturale”.

Oltre al cartellone serale quattro sono stati gli eventi del sabato pomeriggio dedicati al teatro per le famiglie – a cura di Valeria Gudini in collaborazione con l’Associazione Culturale Il Giogo di Montagnano – con una media di 119 spettatori a replica. Tra gli eventi più apprezzati dal pubblico le due produzioni di quest’anno firmate da Officine della Cultura – oltre alla già citata “Il Piccolo Principe e l’Aviatore”, documentata con cura e passione grazie alla collaborazione con un’associazione del territorio, il Fotoclub Il Sansovino, l’originale spettacolo/concerto “Wiegenlied” in collaborazione con lo scrittore Matteo Corradini e la costituzione di un’orchestra unica al mondo con strumenti musicali originali firmati dal costruttore Pavel Žalud e provenienti dal ghetto di Terezin – oltre ai racconti dei noti Edoardo Leo e Ascanio Celestini. Altri ospiti da segnalare il giornalista Luca Telese, Pietro Benedetti e la danza con la produzione Dimitri/Canessa. Tra le produzioni della linea verde successo particolare per la co-produzione Officine della Cultura e Autobahn Teatro “Donne sull’orlo di una crisi di nervi” con un nuovo e importante sold-out per il Verdi.

Pubblico d’eccezione, anche per la stagione appena conclusa, agli incontri all’Interno 43, eventi gratuiti a tardo pomeriggio che permettono al pubblico d’intrattenersi con gli ospiti principali della stagione ben al di là dell’evento teatrale. Esempi eclatanti di quest’anno l’incontro dedicato alla Giornata della Memoria, in collaborazione con l’Associazione Salomon Fiorentino, e il successivo con dedica alla Giornata del Ricordo e la presenza all’incontro di Andrea Martocchia, segretario del Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia e dello storico Massimo Tiezzi. Tutti gli Incontri all’Interno 43, documentati, sono disponibili attraverso il canale Youtube di Officine della Cultura.

Da segnalare in conclusione la rassegna “Mappamondi” che continua a portare in teatro le scuole del territorio, particolarmente apprezzati quest’anno gli spettacoli della compagnia Teatro del Cerchio, e l’ottimo andamento della stagione cinematografica con un incremento di spettatori del 14% rispetto alla stagione precedente.

Con la fine del mese di maggio il Teatro chiude dunque il sipario per accogliere i Corsi di Interpretazione Musicale e i concerti del Festival delle Musiche, in compagnia dei tanti spazi preziosi che fanno di Monte San Savino un luogo privilegiato per l’incontro tra musicisti e artisti di spessore internazionale. Chiude il sipario ma non chiude la propria pagina Facebook – aperta per “Quotidianamente” e raggiungibile all’indirizzo: www.facebook.com/teatroverdimontesansavino – luogo d’incontro e di visibilità del territorio e delle tante espressioni artistiche che lo animano.