Agri Travel Expo apre l’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile

255

Bergamo, 18 gen. – (AdnKronos) – Sarà il cibo il protagonista assoluto di “Agri Travel & Slow Travel Expo”, il primo salone internazionale dedicato alla promozione del turismo rurale e slow, tra agricoltura, cultura, turismo e sostenibilità (Fiera di Bergamo, 17-19 febbraio). L’appuntamento apre per l’Italia il 2017 Anno Internazionale del Turismo Sostenibile per lo sviluppo decretato dall’Onu.
Turismo accessibile, cammini, percorsi enogastronomici, viaggi a cavallo e in bicicletta alla scoperta del paesaggio, ospitalità diffusa, agriturismi, fattorie didattiche, nuove tecnologie per agevolare il turista saranno gli spunti che si potranno approfondire grazie alla partecipazione di realtà da tutta Italia, dall’Europa e dal resto del mondo che animeranno il programma di workshop, presentazioni e incontri in programma.
Lo scambio di know-how ed esperienze e la ricerca di soluzioni reciprocamente vantaggiose per favorire strategie per la promozione del turismo rurale sono lo scopo del salone, con un’attenzione particolare all’agroalimentare come leva di marketing turistico e alla green economy come scommessa per il rilancio dell’economia turistica.
Il Salone ha il patrocinio dell’Organizzazione Mondiale per il turismo dell’Onu – Unwto e apre in Italia gli appuntamenti dedicati al 2017 Anno Internazionale del Turismo Sostenibile per lo sviluppo, il cui slogan è ‘Travel, Enjoy, respect’.
Il Salone sarà anticipato dal 15 al 17 febbraio dal Congresso europeo sullo sviluppo rurale attraverso il turismo sostenibile, che riunisce portatori di interesse dei settori turismo e agricoltura. Il Congresso fa parte integrante del programma ufficiale dell’Anno Internazionale del Turismo sostenibile ed è dedicato agli operatori del settore.
Organizzato da Eurogites, la Confederazione Europea del Turismo Rurale a cui aderiscono 35 associazioni rappresentative di 27 Paesi europei e da Mer-Mouvement Européen de Ruralité la piattaforma europea dedicata alla ruralità, si terrà per la prima volta in Italia. La Conferenza prevede una discussione plenaria e gruppi di lavoro, aperti e dinamici, e il Mercato delle idee, aperto al pubblico del Salone dal 17 febbraio, con decine di buone pratiche raccolte in tutta Europa.