Alitalia: Gallo, naufragata operazione con Etihad, su mercato vincono low cost

308

Roma, 18 gen. (AdnKronos) – Le compagnie low cost “hanno stravinto sul mercato” mentre “la strategia alternativa, basata sulle economie di scala di una grande compagnia aerea, unione di Alitalia e di Etihad, è naufragata”. A sottolinearlo è l’economista e docente universatario, Riccardo Gallo, in una lettera inviata al ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, al quale rivolge anche un appello. Le politiche di crescita messe in campo dal Governo non devono essere “vanificate da una destinazione di risorse finanziarie importanti alla copertura delle perdite dell’Alitalia”.
“Ha ragione Lei – scrive Gallo nella lettera pubblicata dall’Adnkronos – quando dice che l’Alitalia è stata stata gestita male, visto oltretutto che i consiglieri di amministrazione avrebbero potuto accorgersene già due anni fa. Ma ha ragione anche il presidente di Alitalia quando risponde che il vero problema sta nel modello di business”.
“Se un nuovo piano industriale della società prometterà un risanamento dei conti, sarà arduo non ritenerlo ottimistico. Se una società partecipata dal Tesoro dello Stato (Cdp, Poste, Ferrovie) firmerà un’alleanza con Alitalia, non potendo trasformarla in una low cost, rischierà seriamente di accollarsene le perdite per sempre. Il governo è meritoriamente impegnato in politiche di crescita del tessuto produttivo del paese, fatto da medie imprese vitali, capaci con le loro assunzioni di controbilanciare la perdita di posizioni lavorative in aziende come l’Alitalia”.