All’Arezzo non basta super Moscardelli: è solo pari

1552
Arezzo Calcio
Arezzo Calcio

L’Arezzo getta al vento una vittoria fondamentale per poter ancora sperare nella 2^ posizione finale e si fa raggiungere, in pieno recupero, da un Pontedera in 10. La gara parte gli ospiti che mettono in difficoltà gli amaranto con la loro velocità ed organizzazione. Indiani chiude la squadra in difesa e lascia il solo Santini in avanti. L’attaccante fa, come si usa dire, reparto da solo e mette in difficoltà la retroguardia aretina in più occasioni colpendo anche una traversa. Dall’altra parte quando gli avanti dell’Arezzo arrivano al tiro sbagliano malamente la mira. La ripresa si apre con l’Arezzo più aggressivo che dopo 5’ ha l’occasione per passare in vantaggio. La palla è sulla linea di porta dove arrivano Polidori e Videtta con

Erpen  — Moscardelli

 

quest’ultimo che toca con una mano sulla linea. L’arbitro fischia poi ha una lunga consultazione con il suo assistente al termine della quale decreta la massima punizione a favore dell’Arezzo ed espelle il difensore. Pontedera in 10.. Erpen va a calciare dal dischetto ma Lori conferma la sua fama di para rigori e respinge in angolo. Poco dopo Sottili gioca la carta le sue carte mandando in campo Moscardelli ed Arcidiacono e togliendo Erpen ed un evanescente Corradi. Moscardelli lotta subito su tutti i palloni e da la carica ai suoi compagni finché, al 33’, si incarica di battere una punizione da una distanza di oltre 20 mt. Molti pensano che da quella distanza sia azzardato tirare direttamente in porta e, nel caso, ci si aspetta un tiro teso e forte. Moscardelli sorprende ancora tutti compreso Lori infatti confeziona una “foglia morta” che ricorda molto quelle di Mariolino Corso (roba per chi ha oltrepassato i 50 anni) che scende lieve lieve dopo avere superato l’estremo difesore ospite e si deposita in rete. Sembra che l’Arezzo possa portare a termine la gara con la vittoria anche perché continua a cercare il goal della sicurezza. Ma le numerose occasioni create non portano il risultato sperato, anzi, è sempre il capitano che è chiamato a ssalvare il risultato. Su di una batti e ribatti in area aretina la palla si impenna e supera Borra ma mentre sta scendendo sotto la traversa ed entrare in porta ecco la testa di Moscardelli che la devia in angolo. Chi troppo sbaglia poi alla fine paga e l’Arezzo lo fa in pieno recupero quando da fallo laterale il pallone arriva in area. La deviazione di un difensore anziché mandare la palla in zona non presidiata la mette proprio ei piedi di Kabaschi solo soletto in mezzo all’altezza del dischetto tira a botta sicura e pareggia i conti. Il minuto che rimane non sortisce nessun effetto se non quello di lasciare i tifosi amaranto con l’amaro in bocca per una vittoria gettata via.

Con tutte le antagonisti vincenti la classifica dice che Alessandria e Cremonese si giocano la prima piazza (le due sono distanziate di 3 punti) mentre Livorno e Arezzo entrambe con 60 punti e Giana Erminio con 59 si contendono la terza posizione. Fuori dai giochi il Piacenza che, dopo 7 vittorie consecutive che lo avevavno riportato nella zona alta della classifica ha subito due sconfitte contro Arezzo e Giana Erminio (nel pomeriggio) che lo hanno relegato a 7 punti dalla 5^ posizione.

Sabato al Città di Arezzo scontro di cartello tra gli amaranto ed il Giana Erminio. Servirà un Arezzo più attento ed in grado di gestire la gara sino al fischio finale. Tre punti sabato, a questo punto, sono fondamentali per poter rimanere, sino all’ultimo, in corsa per la terza posizione.

TABELLINI:

AREZZO: Borra, Sabatino, Barison, Corradi (dal 14’ st Arcidiacono), Foglia, Erpen (dal 14’ st Moscardelli); Yamga (dal 42’ st Luciani), Polidori, Cenetti, Bearzotti.

Non entrati: Garbinesi, Solini, Masciangelo, De Feudis, D‘Ursi, Ba, Rosseti, Farelli, Ferrario.

Allenatore: Stefano SOTTILI

PONTEDERA: Lori, Vettori, Polvani, Santini, Disanto (dal 18’ st Borri), Corsinelli, Calò, Calcagni, Videtta, Caponi (dal 35’ st Bonaventura), Kabaschi.

Non entrati: Citti, Anedda, Chella. DiGiovanni, Barca.

Allenatore: Paolo INDIANI

ARBITRO: Giuseppe ZANONATO Assistenti: TRIBELLI BADOER

Reti: 33’ st Moscardelli (Ar); 46’ st Kabaschi (Po,

Ammoniti: 27’ pt Videtta (Po);8’ st Corradi (Ar); 21’ st Muscat (Ar); 31’ st Kabaschi (Po).

Espulsi: 3’ st Videtta (Po)