Ape sociale ‘a rischio’, l’Inps risponde: “Applichiamo le leggi”

27

Roma, 12 ott. (Labitalia) – “L’Inps adotta interpretazioni avallate dai Ministeri vigilanti”. Così in una breve nota l’Inps replica seccamente alle accuse rivoltegli dall’Inca, il patronato della Cgil, circa “interpretazioni eccessivamente restrittive delle norme” tali da ridurre in modo consistente il numero dei beneficiari all’Ape social.
“In materia di Ape sociale, così come per tutti i servizi erogati, l’Inps applica le leggi e regolamenti vigenti a seguito di approfondite istruttorie condotte coi Ministeri vigilanti”, spiega ancora l’istituto guidato da Tito Boeri che ricorda come “anche la circolare n. 100 del 16 giugno 2017, che fornisce istruzioni in merito all’applicazione dell’Ape sociale, è stata condivisa nel suo impianto generale dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ed applica la normativa così come risultante dai testi legislativi vigenti”.