Arezzo – Giana Erminio 2 – 0 fine primo tempo

503

Al termine dei primi 45′ l’Arezzo conduce con due reti di scarto sul Giana Erminio. Il vantaggio arriva al 28′ dopo un’azione personale di Arcidiacono sulla destra che serve a Bearzotti il quale mette in area dove Moscardelli ottimamente appostato devia in rete. Il 2 a 0 arriva su azione personale di Yamga che che parte dalla propria metà campo entra nell’area avversaria e supera Viotti. La squadra di Sottili imposta la gara sul ritmo e mette costantemente in difficoltà la retroguardia ospite. Il Giana Erminio si affida alle giocate di Bruno (annulata una sua rete per fuorigioco) ed alla velocità di Okyere. Poca roba per mettere in difficoltà una retroguardia amarantioche, nonostante le assenze e l’uscita di Ferrario dopo solo 19′ per un infortunio, ha sino a qui tenuto bene il campo

___________

Otto vittorie nelle ultime dieci gare disputate, un presidente che è alla guida della società da oltre 30 anni, da 25 anni lo stesso allenatore, mai retrocessa in una categoria inferiore, unica squadra nei campionati professionistici italiani che porta un nome e cognome. No non è fantacalcio è la storia, vera; dell’avversario di oggi dell’Arezzo: il Giana Erminio o, se proprio vogliamo essere precisi, l’Erminio Giana. La squadra di Gorgonzola porta il nome del sottotenente caduto nella 1^ guerra mondiale e Medaglia d’Argento al Valor Militare.

E’ una bella favola quella dei bianco celesti ma oggi l’Arezzo ha il compito della strega cattiva e deve rompere incantesimo.

Dopo il pari di martedì contro il Pontedera i toscani devono assolutamente battere i lombardi per non farsi staccare dal Livorno e mettere a 4 punti gli odierni avversari.

Sfida nella sfida anche quella tra i due bomber Moscardelli e Bruno. 37 anni il primo contro i 39 del secondo, entrambi hanno segnato 15 reti. Due esempi per i giovani.

Sottili dispone la difesa a tre con Muscat, Ferrario e Sabatino. A centrocampo agiranno De Feudis, Cenetti e Foglia con Bearzotti e Yamga a spingere sulle fasce e dare una mano in difesa quando attaccheranno gli avversari. In avanti Moscardelli è affiancato da Arcidiacono con il compito di aprire spazi.

FORMAZIONI:

AREZZO: Borra, Muscat, Sabatino, Foglia, Moscardelli, De Feudis, Yamga, Cenetti, Bearzotti, Arcidiacono, Ferrario.

A disposizione: Garbinesi, Masciangelo, Corradi, Erpen, D‘Ursi, Polidori, Luciani L., Rosseti, Farelli.

Allenatore: Stefano SOTTILI

GIANA ERMINIO: Viotti, Perico, Chiarello, Pinardi, Marotta, Bruno, Augello, Iovine, Bonalumi, Okyere Gullit, Montesano.

A disposizione: Sanchez, Capaccio, Pinto, Biraghi, Perna, Greselin, Appiah, Rocchi, Capano, Sosio, Ferrari.

Allenatore: Cesare ALBE’

ARBITRO: Giacomo CAMPLONE Assistenti: ZANETTI SPREAFICO