Arezzo vittoria sofferta. Moscardelli ….. ancora un goal da cineteca

1042
Arezzo - Siena: Moscardelli

L’Arezzo batte la Pistoiese in una partita fondamentale per il proseguo del campionato. Con i tre punti conquistati nel posticipo gli amaranto raggiungono il Livorno al 3° posto e si portano a sole 4 lunghezze dalla Cremonese (2^). Allo stesso mantengono a distanza Giana Erminio e Piacenza (a proposito sabato scontro diretto in lombardia per gli uomini di Sottili. Ma quanta fatica. Eppure nei primi 20’ tutto pareva in discesa. I padroni di casa iniziavano di gran carriera e già dopo 7’ passavano in vantaggi grazie al capitano Moscardelli che si inventava un pallonetto al volo che suprava l’estremo difensore ospite. Poi la corsa sotto la Minghelli per accogliere l’abbraccio dei tifosi. Il capitano non riesce a fare cose semplici. Anzi lui fa sembrare semplici anche giocate mai banali e colpi da vero campione che gli vengono naturali. Una vera goduria per chi, come noi, potrà raccontare di averlo visto giocare e mai dimenticherà la palombella di questa sera o la rovesciata di Prato come non possiamo passare all’oblio la rete al Livorno e l’assist a Bearzotti. E tanto altro ci siamo dimenticati di questo autentico campione che, scusate la ripetizione, abbiamo la fortuna di vedere in campo con i nostri colori. Subita la rete la Pistoiese ha accusato il colpo e l’Arezzo si ritrovato la palla per il raddoppio in almeno tre occasioni di quelle che ..non puoi sbagliare… Invece cpita che la palla non entri ed allora l’avversario prende coraggio, si organizza, ti trova le misure e tu vai in difficoltà. E’ quello che è successo dopo i primi 20’.

Moscardelli ed Erpen

La Pistoiese ha iniziato ad aggredire alto e non lasciare tempo ai giocatori amaranto di pensare costringendoli a dare via la palla di prima intenzione e commettere molti errori. Inoltre il gioco sulle fasce si è fatto più produttivo con gli esterni ospiti che superavano in velocità i difensori amaranto. Ecco che allora la Pistoiese ha avuto le sue belle occasioni per pareggiare i conti già prima del riposo. Specie al 39’ quando Borra ha respinto, di puro istinto, un colpo di testa da non più di un metro di distanza. Si va al riposo con l’Arezzo in vantaggio ma con evidenti difficoltà in fase difensiva dove le assenze di Barison e Muscat unite ad un Solini in non perfette condizioni (la sua presenza è in dubbio sino all’ultimo minuto) ed un Ferrario all’esordio si fanno sentire e costringono Sottili ad inventarsi una inedita linea a 5 con Bearzotti di rinforzo sulla fascia di destra, Sabatino a sinistra ed una sorta di tre centrali composta da Ferrario, Solini e Cenetti. L’Arezzo soffre anche nel secondo tempo quando in almeno altre due occasioni gli ospiti vanno vicinissimi al pari. Ma oggi la fortuna è tutta dalla parte dei padfroni di casa e gli arancioni hanno di che inveire contro la Dea Bendata. Al termine dei 90’, ad omore del vero, dobbiamo ammettere che, forse, il apri sarebbe stao il risultato più giusto per quanto visto in campo ma, tant’è, oggi doveva andare così.

Una vittoria condotta in porto con tante difficoltà ed una formazione rimaneggiata. Oltre alla difesa anche il reparto avanzato contava la defezione di polidori e Sottili è stato costretto a schierare una sola punta (Moscardelli) con Erpen che agiva alle sue spalle. Tre punti fondamentali anche dal punto di vista psicologico per una suqdra che ancora può ambire alla lotta per la seconda piazza. Ma è già ora di pensare a sabato prossimo quando l’Arezzo è atteso dall’insidiosa trasferta a Piacenza contro una squadra reduce da ben 7 vittorie consecutive.

TABELLINI:

AREZZO: Borra, Sabatino, Solini, Corradi (dal 30’ st Yamga), Foglia, Moscardelli, Erpen (dal 22’ st Arcidiacono), De Feudis, Cenetti, Bearzotti (dal 42’ st Muscat), Ferrario.

Non entrati: Farelli, Masciangelo, D‘Ursi, Polidori, Ba, Luciani L., Rosseti.

Allenatore: Stefano SOTTILI

PISTOIESE: Feola, Proia (dal 35’ st Minotti), Priola (dal 35’ st Sparacello), Bellazzini, Benedetti, Rovini (dal 28’ st Varano), GhyasiColombini, Zanon, Piccoli, Guglielmotti.

Non entrati: Albertoni, Placido, Sammartino, Boni, Pandolfi, Luperini, Tomaselli, Fissore.

Allenatore: Gianluca ATZORI

ARBITRO: Riccardo PANARESE Assistenti: LONI VETTOREL

Reti: 7’ pt Moscardelli (Ar)

Ammoniti: 45’ pt Ghyasi (Pt); 9’ st Sabatino (Ar); 15’ st Corradi (Ar); 37’ st Bellazzini (Pt)

Angoli: 6 – 2 Pistoiese