Per “cassa” il reddito d’impresa per chi è in “semplificata”

1879
fiscali
fiscali

La legge di stabilità modifica in maniera sostanziale il metodo di determinazione del reddito d’impresa per tutti gli imprenditori che adottano la contabilità semplificata. Con decorrenza dal periodo d’imposta 2017, infatti, il reddito di tali soggetti (ditte individuali e società di persone) non si determina più tenendo conto della competenza di costi e ricavi ma facendo riferimento esclusivo alle fatture pagate ed a quelle incassate. Con decorrenza da tale periodo d’imposta non saranno più determinanti neppure le giacenze di merci. Nel primo periodo di applicazione del nuovo regime si troveranno quindi tra i costi le rimanenze iniziali (finali anno precedente che erano iscritte tra i ricavi) mentre tra i ricavi non figureranno rimanenze.

L’articolo 18 del DPR 600/73 nella nuova versione prevede tre possibili soluzioni per la registrazione dei costi e dei ricavi ai fini delle imposte dirette.

Marco Rosati

1_Registro degli incassi e dei pagamenti: istituzione di un registro su cui annotare tutti gli incassi delle fatture emesse ed i pagamenti di quelle ricevute. E’ già in essere per coloro che hanno optato, negli anni precedenti, per il pagamento dell’IVA per cassa.

2_Registri IVA integrati: come già avviene per i professionisti si registrano tutte le fatture sia di acquisto che di vendita ed a fine anno si procede all’annotazione, ai soli fini delle imposte dirette, di quelle ancora da incassare e da pagare.

3_Tenuta registri IVA e opzione di cui al comma 5 art. 18 DPR 600/73: si tratta di una opzione triennale con la quale il contribuente si avvale della possibilità di tenere i registri IVA senza annotare incassi e pagamenti. In questo caso si presume che la data di registrazione dei documenti coincida con quella di incasso/pagamento.

Poiché il nuovo regime di determinazione del reddito per cassa è obbligatorio per tutti coloro che adottano la contabilità semplificata chi avesse convenienza a determinare il reddito tenendo conto della competenza dei ricavi e delle spese dovrà optare per la tenuta della contabilità ordinaria.