Cessione del quinto, cambiano i tassi

67

(AdnKronos) – Cambiano i tassi da applicare nel periodo tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2017 per quanto riguarda la cessione del quinto della pensione.
Con il messaggio n. 3821 dello scorso 4 ottobre, l’Inps ha aggiornato il valore dei tassi relativi al prestito che il pensionato può ottenere da un istituto di credito e rimborsare attraverso un addebito automatico che l’Istituto di previdenza effettua sul suo trattamento pensionistico (il prelievo non può superare il 20% – appunto, un quinto – dell’importo mensile della pensione).
Con il decreto DT/71048, il ministero dell’Economia ha infatti indicato i tassi effettivi globali medi (TEGM) praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari.
TASSI MEDI – “Per i prestiti da estinguersi dietro cessione del quinto dello stipendio e della pensione – si legge nel messaggio Inps -, il valore dei tassi da applicarsi nel periodo 1° ottobre – 31 dicembre 2017 sono i seguenti: per gli importi fino a 15mila euro, tassi medi pari a 11,81 e tassi soglia usura a 18,7625. Oltre i 15.000, invece tassi medi a 9,04 e tassi soglia usura a 15,3000”.
TAEG – “Ne consegue – prosegue l’istituto – che i tassi soglia TAEG da utilizzare per i prestiti estinguibili con cessione del quinto della pensione concessi da intermediari finanziari in regime di convenzionamento ai pensionati variano” come riportato in tabella.

ETÀ – “Le classi di età comprendono il compleanno dell’età minima della classe; l’età – conclude l’Inps – deve intendersi quella maturata a fine piano di ammortamento”.