Claudio Bellucci alla vigilia dell’esordio amaranto in campionato

1052
Claudio Bellucci

Conferenza stampa dell’allenatore dell’Arezzo Caludio Bellucci alla vigilia della prima gara di campionato che vedrà affrontare, al Città di Arezzo, la neo promossa Arzachena. Esordio assoluto in una panchina professionistica per l’allenatore dell’Arezzo che confessa di attendere con trepidazione l’inizio del campionato non pensando tanto al suo “debutto” quanto alla squadra ed al lavoro di preparazione svolto sino ad oggi. A proposito di lavoro Bellucci si lancia anche in una battuta (considerazione) sul proprio lavoro “… lavoro… siamo fortunati a poterlo chiamare così..”.

Confermato il modulo l’Arezzo partirà con il classico 4 – 3 – 2 – 1 provato sino ad oggi non considerandolo però un tabù ma qualcosa che può variare anche a partita in corso. I problemi di assetto visti contro la Triestina sono stati oggetto di attenta analisi e accurato lavoro al fine di correggerne le imperfezioni in una compagine che pare strutturata proprio per poter il meglio con il modulo sin qui utilizzato.

Buone notizie vengono sia dal campo di allenamento, dove il miglioramento generale delle condizioni di vari elementi, offre all’allenatore più possibilità di scelta che dall’infermeria ad oggi deserta o quasi così da mettere a disposizione di Bellucci la totalità della rosa.

Importante sarà, domani, l’approccio e la gestione della gara contro un Arzachena da non prendere sotto gamba solo perché neo promossa. I sardi infatti da 4 anni possono vantare un organico omogeneo e conoscono ormai a memoria i movimenti richiesti da Mauro Giorico. Gli isolani vantano inoltre una coppia di attacco di assoluto rispetto composta da Sanna e Vano.

Domanda d’obbligo alla vigilia della prima gara di campionato è sugli obiettivi dell’Arezzo. Bellucci cerca di svicolare poi afferma che “…..fondamentali saranno le prime 5/6 partite per poter capire quali potranno essere le nostre aspirazioni. Di certo c’è che l’Arezzo affronterà ogni gara alla ricerca della vittoria, sia in casa che in trasferta, contro qualsiasi avversario perché queste sono le nostre caratteristiche”.

Ultima considerazione sulle condizioni meteo previste per domani quando, nel Centro Italia, sono previste temperature anche di 34/35 gradi, decisamente alte per giocare a calcio o, in generale, praticare sport. “Dovremo essere bravi a gestire le forze” afferma Bellucci “L’esperienza di molti dei miei giocatori mi conforta in questo senso e, comunque, le condizioni climatiche saranno uguali anche per i nostri avversari”.

A questo punto non ci resta che attendere le 16.30 di domani per il fischio d’inizio che darà ufficialmente il via al campionato.