Consiglio Stato: M5S, membri lavorino gratuitamente

34

Roma, 20 ott. – (AdnKronos) – Il governo valuti l’opportunità “di assumere iniziative normative volte a diminuire al minimo gli emolumenti dei membri del Consiglio di Stato o addirittura prevedere la gratuità dell’incarico, stante il chiaro ritorno d’immagine che gli stessi ne trarrebbero”. Lo chiedono un gruppo di deputati del Movimento 5 stelle in un’interrogazione al presidente del Consiglio e al ministro della Pubblica amministrazione, primo firmatario Andrea Colletti.
All’origine dell’iniziativa degli esponenti pentastellati una decisione dello stesso Consiglio di Stato, che in riferimento ad un bando del Comune di Catanzaro per l’affidamento di un incarico professionale a titolo gratuito, ha ritenuto “legittimo” attribuire l’incarico “senza compenso al professionista”, in quanto “un contratto pubblico può prescindere dall’esborso pecuniario, perché sostituibile dal potenziale ritorno di immagine che il professionista potrebbe ricavare dalla prestazione effettuata in favore della Pubblica amministrazione”.