Elettricità: Aeegsi, 37% da rinnovabili, 13,6 mld peso incentivi in bolletta

23

Roma, 4 ott. (AdnKronos) – Nel 2016, sale ancora la produzione nazionale lorda (+2,2% rispetto al 2015), raggiungendo i 289,3 TWh. (283 TWh nel 2015), coprendo una quota del fabbisogno complessivo nazionale pari al 93%. All’aumento ha contribuito la produzione termoelettrica, che è cresciuta di circa il 4% rispetto all’anno precedente (180 TWh contro i 173 TWh del 2015), coprendo di fatto il 62% della produzione totale. L’impego del gas naturale ha avuto l’incremento più significativo (+13,7%), mentre è consistentemente diminuito l’utilizzo del carbone (-17,6%) e ancor più quello dei prodotti petroliferi (-26,6%). E’ quanto emerge dalla relazione annuale dell’Autorità per l’Energia.
La produzione termoelettrica ha soddisfatto l’aumento della domanda interna, anche a fronte del calo delle importazioni dalla Francia nell’ultimo trimestre dell’anno (-14%), determinato dall’indisponibilità in quel periodo di circa un terzo del parco di generazione nucleare d’oltralpe; diminuite anche le importazioni dalla Svizzera (-20%) e dall’Austria (-6%). In aumento le esportazioni verso Malta e Grecia (+38%).
La produzione termoelettrica ha fatto fronte anche all’ulteriore contrazione della produzione da rinnovabile (-1,1%), sebbene molto più contenuta rispetto allo scorso anno. Le fonti rinnovabili hanno assicurato il 37% della produzione totale con poco meno di 108 TWh (era il 39% nel 2015 e il 43% nel 2014). Nel dettaglio, risulta in crescita l’eolico (+19%), mentre risultano in discesa rispetto al 2015 sia l’idroelettrico (-7,2%) sia il fotovoltaico (-3,7%).