Elia Cicerchia è stato dimesso dall’ospedale di Ascoli Piceno

609

Elia Cicerchia giostratore di Porta Santo Spirito è stato dimesso dall’ospedale Mazzoni di Ascoli Piceno dove è stato trasportato subito dopo la caduta da cavallo avvenuta durante la seconda tornata che il cavaliere aretino stava affrontando nella Quintana di Ascoli Piceno.

Al suo esordio nella giostra di Ascoli Piceno il cavaliere Elia Cicerchia con i colori del Sestiere di Porta Tufilla.

L’incidente è avvenuto al terzo assalto del moro della seconda tornata quando il cavaliere, subito dopo l’impatto con la lancia nel tabellone, ha colpito lo stesso con la spalla sinistra cadendo a terra lasciando senza fiato tutti gli spettatori dello “Squarcia”.
Cicerchia è stato immediatamente soccorso e trasportato all’ospedale di Ascoli Piceno. Il giostratore non ha mai perso coscienza e poco prima della mezzanotte è stato dimesso. Erano presenti il suo compagno Gianmaria Scortecci, il Capitano Marco Geppetti di Porta Santo Spirito che sono stati al suo fianco, assieme ai genitori di Cicerchia, per tutto l’intera giornata.

Il Sestiere di Porta Tufilla dopo le dimissioni dall’ospedale del cavaliere ha pubblicato sulla pagina di Facebook un Comunicato ufficiale:

A seguito della caduta occorsa al cavaliere Elia Cicerchia nel corso della seconda tornata, i sanitari dell’ospedale Mazzoni hanno rilevato un ” Distacco dell’apice dell’acronium della spalla sx”. Gli esami strumentali non hanno rilevato ulteriori complicazioni e il cavaliere aretino in tarda serata è stato dimesso. Nelle prossime ore saranno stabiliti i giorni di prognosi.