Enel: accordo di tax equity da 330 mln dlr per parco eolico Thunder Ranch (2)

43

(AdnKronos) – Una volta operativo, Thunder Ranch sarà in grado di produrre più di 1.100 GWh all’anno, pari al fabbisogno energetico di oltre 89.400 famiglie statunitensi, evitando l’emissione in atmosfera di circa 790.000 tonnellate di CO2 l’anno. L’impianto, una volta in esercizio, avrà i requisiti per produrre crediti per l’energia rinnovabile che verrà ceduta nel quadro di contratti a lungo termine, tra i quali un accordo siglato di recente con Anheuser-Busch, la controllata USA di AB InBev, gruppo leader nella produzione di birra.
Egpna fa parte della divisione rinnovabili del Gruppo Enel ed è proprietario e gestore leader di impianti di energia rinnovabile nel Nord America, dove vanta centrali operative e in fase di sviluppo in 22 stati USA e due province canadesi. EGPNA opera inoltre 100 impianti con una capacità gestita superiore ai 3,3 GW, prodotta da fonti rinnovabili idroelettriche, eoliche, geotermiche e solari. L’azienda attualmente è il secondo operatore eolico per dimensioni in Oklahoma con otto parchi in attività e due in fase di costruzione: Thunder Ranch e Red Dirt (300 MW).
Gli impianti eolici già operativi di EGPNA in Oklahoma sono Rocky Ridge (150 MW), Chisholm View I & II (300 MW in totale), Origin (150 MW), Osage Wind (150 MW), Little Elk (74 MW), Goodwell (200 MW) e Drift Sand (108 MW) per una capacità gestita complessiva superiore a 1,1 GW. L’investimento totale della società in Oklahoma, che include quindi sia gli impianti operativi che quelli in costruzione, ammonta a oltre 2,7 miliardi di dollari Usa.