Festa dell’animazione all’Arena Eden

1015
lamiavitadazucchina
lamiavitadazucchina

Il programma del fine settimana sul grande schermo all’aperto con tre pellicole da non perdere
All’Arena Eden fine settimana di festa dell’animazione sotto le stelle con tre pellicole che hanno raccontato con fantasia i sentimenti, la crescita e il mistero della vita, da “La mia vita da zucchina” di Claude Barras a “La bella e la bestia” di Bill Condon passando da quel microcosmo di meraviglia firmato da Michael Dudok De Wit “La tartaruga rossa”.

Giovedì 6 luglio sarà “La mia vita da zucchina” a dare inizio ai festeggiamenti. La pellicola di Claude Barras con pupazzi animati in stop motion, 1 candidatura ai Premi Oscar, 1 candidatura ai Golden Globes, vincitrice di un premio European Film Awards, 3 candidature e un premio vinto ai Cesar, arriverà ad Arezzo con il suo ben riuscito equilibrio tra dramma e speranza, nel racconto del percorso di Icaro, soprannominato Zucchino, ritrovatosi solo al mondo alla morte improvvisa della madre e accolto in un istituto per bambini abbandonati.
Venerdì 7 luglio proiezione de “La tartaruga rossa”, capolavoro del regista Michael Dudok De Wit, Premio della Giuria al Festival di Cannes 2016, emozionante metafora della vita adatto ad un pubblico di ogni età, pellicola d’assoluto incanto.
Sabato 8 luglio conclusione in grande stile della festa dell’animazione con “La bella e la bestia” di Bill Condon, favola Disney di computer grafica e allo stesso tempo viaggio iniziatico con Emma Watson nella parte di Belle alle prese con la Bestia e il suo castello incantato.

Inizio proiezioni ore 21:30.
Informazioni: Officine della Cultura, via Trasimeno, 16 – Tel. 0575 27961 segreteria@officinedellacultura.org
Cinema Eden, via Guadagnoli, 2 – tel. 0575 353364 –www.officinedellacultura.org

CONDIVIDI
Articolo precedenteInca, +2,5% pratiche aperte su tutela salute in ambienti di lavoro tra 2014 e 2016
Articolo successivoVarese: operazione Red Channel, frode Iva per 720mila euro, 146 denunce
Dirigente dell'Arci di Arezzo, figura storica dell'associazione e riferimento dei circoli, è da anni impegnata mondo del terzo settore aretino, ricoprendo ruoli dirigenziali anche a livello nazionale. Operatore culturale e socia fondatrice di una importante cooperativa, collabora, fin dalla sua apertura, con il Teatro Verdi di Monte San Savino, paese di nascita e di impegno sociale e politico. Appassionata di cinema, teatro e musica, con l'idea che la cultura popolare sia l'anima delle comunità locali, svolge anche attività organizzativa e di collaborazione con numerosi festival musicali del territorio aretino e provinciale.