Fisco: Salini (Fi), contro turismo fiscale Ue sistema unico tassazione

74

Milano, 4 ott. (AdnKronos) – “Il caso di Amazon è solo la punta di un iceberg che porta a galla le gravi disfunzioni dell’Unione Europea. Per combattere efficacemente il turismo fiscale delle multinazionali, Bruxelles ha solo una strada: armonizzare una volta per tutte i sistemi di tassazione dei Paesi membri”. E’ quanto dichiara l’eurodeputato di Forza Italia Massimiliano Salini, membro della Commissione Industria del Parlamento europeo, nel commentare l’esito dell’indagine avviata nel 2014 sul tax ruling che, secondo la Commissione Ue, avrebbe consentito al Lussemburgo di ridurre le tasse al gigante dell’e-commerce ‘senza alcuna giustificazione valida’.
Secondo Salini “dall’Ue servono regole migliori e maggiore tempestività d’azione: l’arco temporale di queste istruttorie è inaccettabile, non ha nulla a che vedere con i tempi del mercato e delle imprese ed è la spia di una grave anomalia”.
“Se vogliamo chiudere i paradisi fiscali, sbarrare le scappatoie con cui colossi del web eludono indebitamente il fisco, quando le nostre Pmi devono pagare tasse che sfiorano il 70%, la sfida è quella dell’omogeneità: da un lato salvaguardando il principio per cui le imposte vanno pagate dove si creano profitti o si usano i servizi, dall’altro coordinando le politiche fiscali dei Paesi Ue in un sistema europeo di tassazione” conclude Salini.