Fra eccellenze e giovani talenti al via il ‘Festival della Gastronomia’

72

Roma, 6 ott. (Labitalia) – Dopo il successo di ‘Cooking for Art’, torna a Roma, presso Officine Farneto, dal 7 al 10 ottobre, la manifestazione organizzata da Luigi Cremona e Witaly, quest’anno con un nome nuovo: si chiamerà ‘Festival della Gastronomia’, per sottolineare l’evoluzione dell’evento che oggi diventa un vero e proprio contenitore, al fine di evidenziare e portare al pubblico degli appassionati e degli operatori una serie di approfondimenti in aree specifiche.
In questi anni, infatti, è cresciuta la conoscenza del cibo e del vino, che non sono solo più patrimonio di pochi esperti, ma di fasce sempre più ampie del grande pubblico. E’ sembrato quindi opportuno aggregare intorno al patrimonio e allo spirito originario della manifestazione, che resta quello di valorizzare i giovani talenti (con il Premio al Miglior Chef Emergente e il Premio al Miglior Pizzaiolo Emergente d’Italia), altri temi affidati ad esperti del settore.
L’obiettivo, quindi, è sempre quello di aggregare temi differenti intorno al patrimonio enogastronomico italiano e offrire e presentare un ventaglio di proposte interessanti e complementari. L’evento, della durata di 4 giorni, coniugherà il tema della gara con intrattenimenti legati al mondo del cibo e del gusto.
E anche quest’anno all’iniziativa partecipa Confagricoltura, che sarà presente con un proprio spazio espositivo in cui le aziende associate proporranno ai visitatori le eccellenze del made Italy agroalimentare. Dagli oli ai vini, dallo yogurt ai formaggi, alla mozzarella di bufala; dagli ortaggi freschi a quelli trasformati, dalle farine alla pasta, dai legumi al miele. Veri e propri ‘Capolavori’ firmati dagli agricoltori, che sempre più allargano la loro visione imprenditoriale dalla produzione alla trasformazione, in un’ottica di mercato di filiera sostenibile, aperta al mercato globale e ai soggetti che vi operano, come gli chef.
Un’attenzione particolare Confagricoltura dedicherà quest’anno all’agricoltura sociale, ospitando nel proprio spazio espositivo, con i loro prodotti, tre Fattorie sociali, aziende agricole attivamente impegnate nell’inserimento socio-lavorativo di persone svantaggiate o che offrono servizi per le persone e le comunità rurali locali. Tra queste, la cooperativa Barikamà, vincitrice del bando ‘Coltiviamo agricoltura sociale’, indetto dall’Organizzazione agricola e dalla sua Onlus Senior – L’età della Saggezza, lo scorso anno. Il ‘Festival della Gastronomia’ sarà l’occasione per presentare (lunedì 9 ottobre, alle ore 19) il nuovo bando 2017, che stanzia 120 mila euro per i primi tre progetti presentati, che saranno votati dal web e selezionati da una commissione di esperti.
“Negli ultimi anni gli imprenditori italiani – ha detto il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti – si sono confrontati sempre di più con il mercato globale e hanno mostrato grandi capacità. Il nostro stile, le nostre tradizioni, le storie che caratterizzano i nostri straordinari prodotti sono il valore aggiunto del made in Italy che tutto il mondo ci invidia e che devono diventare valore aggiunto anche per le imprese. Se si pensa a quanto contino per l’uomo il cibo, il nutrimento e la salute si comprende quanto sia fondamentale l’agribusiness e quali siano ancora le sfide che le imprese dovranno affrontare. Sfide che si vincono guardando lontano: al mondo. Facendo squadra, non solo con il mondo della trasformazione e della distribuzione, ma anche con quello della ristorazione, perché anche gli chef, con la loro capacità di valorizzare i prodotti della terra, sono preziosi ambasciatori del made in Italy nel mondo”.
Il ‘Festival della Gastronomia’ va proprio in questa direzione. Nel corso della manifestazione, infatti, verrà assegnato il Premio Miglior Chef Emergente e quello Miglior Pizza Chef Emergente del 2017, dopo le selezioni del Centro e del Sud d’Italia. Questa è la undicesima edizione del premio: undici anni di successi di partecipazione e contenuti, che hanno visto crescere la ristorazione italiana e la rilevanza degli chef in quanto attori del settore agroalimentare; ma anche di tanti giovani che, per lo più sconosciuti all’atto della gara, hanno poi ottenuto importanti riconoscimenti sul campo negli anni successivi.
Molti gli eventi che si alterneranno nella quattro giorni romana: TerreBio, una rassegna dei migliori produttori biologici d’Italia; Vitigno Italia, vini autoctoni d’Italia (anteprima d’autunno a Roma); Le strade della pizza; Emergente Sala; Le Migliori Botteghe di Roma e Le grandi bollicine di Luca Boccoli. Inoltre, Touring Club Italiano presenterà la guida Touring ‘Alberghi e Ristoranti d’Italia 2018’ premiando i migliori alberghi (nella giornata di lunedì 9) e i migliori ristoranti (nella giornata di martedì 10) del Centro Sud Italia, e consegnerà gli attestati 2018 per gli esercizi ‘Buona Cucina’ e ‘Stanze Italiane’, Olimpo della ristorazione e dell’accoglienza, Cucina e Stanze d’Autore. Un riconoscimento particolare ai giovani chef Top di domani.
Nel corso dell’evento un apposito spazio di Officine Farneto ospiterà la mostra personale dell’artista Giampaolo Atzeni intitolata ‘GustArte – dove i piaceri si incontrano’, con un’esposizione di opere ispirate alla natura, al cibo e alla convivialità. La mostra fa parte del ricco programma di iniziative della ‘Rome Art Week’, la settimana dell’arte contemporanea che si svolgerà nella Capitale dal 9 al 14 ottobre.
In particolare, VitignoItalia sarà presente con una Anteprima di quanto andrà in scena dal 20 al 22 maggio 2018, come di consueto nella cornice di Castel dell’Ovo, a Napoli, per quella che sarà la XIV edizione del Salone dei vini e dei territori vitivinicoli italiani. Nella giornata di lunedì 9 ottobre, dalle 17 alle 23, alle Officine Farneto sarà dunque presente una selezione di 20 aziende vitivinicole targate VitignoItalia e provenienti da 11 differenti regionali dello Stivale; una panoramica esaustiva, da Nord a Sud, del variegato vigneto tricolore.
“Nell’ambito dei nostri eventi – afferma Luigi Cremona – il vino ricopre un ruolo sempre più importante. È per questo che accogliamo con entusiasmo un format riconosciuto e di successo come VitignoItalia, manifestazione ormai da tempo punto di riferimento per i wine lover non solo italiani”.
“È per noi davvero un piacere e un onore – dichiara Maurizio Teti, direttore di VitignoItalia – prendere parte al Festival che porta la firma di una delle più prestigiose personalità del giornalismo enogastronomico, ovvero Luigi Cremona. VitignoItalia è già, per l’intero Centro-Sud, un punto di riferimento importante, per numeri, contenuti tecnico-scientifici, vocazione al business, affluenza di pubblico appassionato e attenzione dei media. Questa partecipazione capitolina ne amplifica e ne sottolinea sicuramente la valenza su scala nazionale”.
Per quanto riguarda, invece, TerreBio, è una rassegna dei migliori produttori biologici d’Italia con un nuovo brand ideato da esperti di lungo corso nell’organizzazione di eventi rivolti alla valorizzazione del mondo del biologico. Vuole essere un momento d’incontro e confronto tra i produttori di materie prime biologiche di comprovata tracciabilità e i principali protagonisti del mondo della gastronomia di alto livello. TerreBio, infatti, crede che l’incontro tra produttori e professionisti della gastronomia di alto livello possa portare a sviluppare la tradizione aprendola all’innovazione; ma vuole anche essere un’occasione per poter diffondere verso il pubblico non professionista la conoscenza dei territori attraverso i suoi prodotti e i suoi sapori.
‘Le grandi bollicine di Luca Boccoli’ intende offrire degustazioni, ma anche confronto con chi il vino lo fa e di vino vive. Il criterio guida della Selezione Boccoli è la conoscenza capillare del territorio, la convinzione che ogni buona bottiglia è soprattutto il risultato di un incontro tra l’uomo e la terra, il frutto del lavoro paziente, amorevole, costante che l’uno dedica all’altra.
Presente, infine, anche ‘God Save The Wine’, festival itinerante del vino diretto dal ‘sommelier informatico’ Andrea Gori e organizzato da 7 anni a Firenze, Milano, Bologna, Genova, Roma, Verona, Forte dei Marmi dalla rivista ‘Firenze Spettacolo’ con i servizi di PromoWine. Una speciale fiesta mobile per tutti i wine lovers d’Italia con una selezione di circa 25 aziende tra champagne, bollicine italiane, vini bianchi, rossi e rosati dalle regioni italiane.