Gli antichi manoscritti delle morti dell’archivio storico della Fraternita dei Laici

1140
Pier Luigi Rossi
Pier Luigi Rossi

 Con riferimento alla ricerca scientifico-storica eseguita dal Prof Gino Fornaciari della Università di Pisa “Imaging study and laparoscopy in a puerperal emergency four centuries ago”, pubblicata sulla rivista  “International Journal of Osteoarchaeology September 1999”, riguardante le “Mummie della Basilica di San Francesco” in Arezzo, si informa che il Primo Rettore della Fraternita dei Laici, Dott Pier Luigi Rossi,  ha deciso di attivare una ricerca, assistito dalla Dott.ssa Alessandra Baroni, sui Registri delle Morti avvenute in Arezzo dal 1380 in poi.

I Registri, dette “vacchette” per la loro struttura cartacea, sono custoditi nell’Archivio Storico presente nel Palazzo di Fraternita in Piazza Grande, dove sono riportate le generalità dei defunti e il luogo della loro sepoltura.

Per secoli la Fraternita dei Laici ha svolto la funzione di anagrafe del popolo di Arezzo.

La ricerca ha lo scopo di individuare le generalità delle salme sepolte nella Basilica di San Francesco, nella seconda metà del ‘ 500, come da indicazione  scritta dal Prof Fornaciari nella sua pubblicazione.

Nella prossima settimana sarà convocata una conferenza stampa per comunicare il risultato della ricerca sugli antichi registri.

Si esprime un giudizio positivo sulle iniziative realizzate dal quotidiano “Corriere di Arezzo” su questa interessante pagina storica di Arezzo.
Valutato l’interesse generato in città sulle mummie della Basilica di San Francesco, la Fraternita vuole portare un contributo storico.