Imprese: Cgia, crollano prestiti bancari, la provincia più colpita è Treviso (4)

21

(AdnKronos) – (Adnkronos) – Secondo la Cgia di Mestre poi, in riferimento al delicatissimo tema della governance dei nostri istituti di credito vanno rispettate alcune regole: “Innanzitutto – prosegue Mason – è necessario che chi viene indicato alla guida di un istituto di credito sia in grado di provare esperienza e competenza in questo settore, che sia stabilito in maniera molto chiara il numero di mandati e, infine, che gli amministratori non possono essere esposti con la propria banca. E alla luce di quanto è successo in particolar modo con le popolari venete, la responsabilità degli amministratori va accertata e perseguita con rigore, senza, però, dar luogo ad alcuna inquisizione o caccia alle streghe”.
In conclusione Mason sottolinea: “In questi ultimi anni è calato enormemente il credito concesso alle imprese. E’ vero che in parte ciò è stato dovuto anche alla diminuzione della domanda e all’aumento delle sofferenze generate dalla crisi, ma le ragioni principali vanno imputate all’applicazione di regole e parametri di giudizio di merito sul credito imposti alle banche che sono fuori dalla realtà e dal tempo”.
Ritornando ai risultati dell’analisi, la CGIA fa notare che anche nell’ultimo anno (agosto 2017 su agosto 2016) l’andamento dei prestiti bancari alle imprese ha fatto registrare un segno negativo. Se nel Veneto la contrazione è stata del 5,2 per cento, in Italia la “stretta” è stata del 4 per cento. A livello provinciale la riduzione più marcata è avvenuta a Venezia (-8 per cento), a Rovigo (-7,4 per cento) e a Belluno (-7,2 per cento).