Imprese: community e passaparola, vince marketing ‘snello’

74

Milano, 7 ott. (AdnKronos) – Il food e la mobilità sono i settori più effervescenti. E’ qui che il nuovo marketing, quello chiamato ‘lean’ (snello), attecchisce di più, insieme a tutto ciò che rientra nello spettro della new economy. Se n’è parlato al Marketing Forum, che per la sua terza edizione ha ospitato all’Università Iulm di Milano Philip Kotler, 86 anni, docente alla Kellogg School of Management e considerato uno dei massimi esperti del marketing.
Come si vende oggi? I budget contano meno: l’importante è scegliere i canali giusti, che massimizzano la penetrazione del prodotto, senza sottovalutare il buon vecchio ‘passaparola’: i social network, ad esempio, sono diventati sempre più imprescindibili, ma è “la community” a fare la differenza, spiega Kotler, che ha portato alla platea internazionale l’esempio di Ducati e della sua vivace comunità di sostenitori.
Nell’epoca del superamento dell’intermediazione, dove recensioni e risposte a ogni quesito si trovano sul web, per un’azienda contano le storie. “Quello che può fare un’azienda è suggerire la sua idea di mondo al cliente, non chiedergli un acquisto o fargli uno sconto”. Ciò che “sta a cuore” a una società, che sia una multinazionale o una micro impresa, è quello che può indirizzare un acquisto rispetto a un altro.