L.elettorale: Boldrini a M5S, coordinamento formale rispettando norme e prassi (2)

73

(AdnKronos) – Richiamando la corretta applicazione dell’articolo 90 del Regolamento, Valente lamentava che il testo trasmesso al Senato “contiene una modifica sostanziale rispetto al testo approvato dall’Assemblea della Camera”, perchè un richiamo ‘di cui al comma 5’ è diventato ‘di cui al comma 6’.
Boldrini ricorda innanzi tutto che la procedura del coordinamento formale “consente di poter apportare al testo le correzioni necessarie a sanare errori materiali e lessicali, incongruenze e disarmonie (come adeguamenti di riferimenti interni, omissioni di parole o refusi o errate citazioni di norme, revisioni lessicali e sintattiche o eliminazioni di duplicazioni), quando non sussista alcun ragionevole dubbio sul significato normativo che il legislatore intendeva attribuire al testo approvato”.
La presidente della Camera spiega quindi che “il rinvio al comma 5 contenuto nel nuovo comma 7 non poteva che intendersi come un rinvio al comma 6” e quindi “è pertanto manifestamente e univocamente ascrivibile ad un errore materiale”. (segue)