La visura catastale non è probatoria in Italia: ecco la situazione attuale e i possibili cambiamenti

1722

La visura catastale è un documento che permette di venire a conoscenza delle principali informazioni di un determinato bene immobile e dei suoi proprietari.

Allo stato attuale però non si tratta di un documento probatorio.

Così come ogni altro documento redatto dal Catasto, ad oggi in Italia la visura catastale non ha effetti giuridici di alcun tipo.

Perché il catasto italiano non è probatorio?

Il problema principale è che il catasto non è aggiornato in modo costante e proprio per questo motivo non può garantire che i dati siano sempre veritieri al cento per cento. Il catasto italiano, ci teniamo a sottolinearlo, non è probatorio né per quanto concerne la proprietà o gli aventi diritti reali su quel bene immobile né per quanto concerne i confini presenti sulle mappe. Ovviamente ciò non significa che i documenti che il catasto produce, come la suddetta visura catastale, non abbiano alcun tipo di valore. Questi documenti infatti offrono sicuramente un supporto più che valido a comprovare le caratteristiche di una proprietà, della sua morfologia e dimensione.

Non solo, in tutti quei casi in cui non vi sia la possibilità di ottenere informazioni in alcun altro modo, è possibile che un giudice decida di rendere una visura o una mappa probatorie. Solo un giudice però, appunto, può deciderlo in base alle varie situazioni e alle controversie che si trova costretto a dover risolvere.

Di conseguenza, spesso per poter far valere i propri diritti è necessario dare il via ad iter che sono sicuramente molto più complessi e lunghi rispetto alla semplice richiesta di documenti di questa tipologia.

Richiedere una visura catastale

La richiesta della visura catastale può essere effettuata direttamente agli uffici del catasto, online dal sito dell’Agenzia delle Entrate previa registrazione oppure affidandosi ai nuovi portali specializzati in reperimento dei documenti e visure catastali. Per maggiori informazioni e richiedere una visura catastale clicca qui.

Nel caso in cui la visura non basti, nel caso ad esempio si voglia avere traccia degli atti susseguitisi a carico di una proprietà, è invece necessario andare alla ricerca di molte altre documentazioni. Alcune possono essere richieste sempre con la stesse modalità, ma per altre sarà necessario recarsi per uffici, perdendo tempo prezioso che in molti oggi invece non potrebbero permettersi di perdere e anche sborsando i soldi per le imposte di bollo.

Riforma del catasto

Qualcosa finalmente sembra stia per cambiare. Ormai da qualche anno si parla infatti di una possibile riforma del catasto che dovrebbe ormai essere alle porte, una riforma che dovrebbe permettere proprio un aggiornamento costante, seppur non in tempo reale, del catasto, la possibilità di accedere a informazioni che non possono essere che veritiere e che quindi potrebbero anche essere probatorie, con effetto giuridico. Per il momento se ne sta solo parlando, ma la speranza è che sia possibile ottenere un catasto probatorio che renderebbe sicuramente la vita molto più semplice a tutti. Ci teniamo a sottolineare che esistono dei catasti probatori in Italia, quelli delle province di Bolzano, Trento, Gorizia e Trieste nonché quelli di alcuni comuni dislocati nelle provincie di Udine, Brescia e Belluno che hanno scelto il sistema catastale tavolare.