Le Giostre corse il 3 settembre

208

Domenica 3 settembre si correrà la 135^ edizione della Giostra del Saracino. Tra le tante curiosità che possiamo cercare oggi si soffermiamo sulle Giostre che si sono disputate in questa data.

Sono 8 le edizioni che, sino ad ora, si sono svolte il 3 settembre. L’Albo d’Oro vede primeggiare Porta Santo Spirito uscito vincitore nel 1967 – 1972 – 1978 e 2006 seguito da Porta Crucifera che ha primeggiato nel 1995 e 2000 mentre una sola affermazione ciascuno hanno ottenuto Porta del Foro 1961 e Porta Sant’Andrea 1989.

Si corre per la prima volta nella data del 3 settembre nel 1961 e si verifica una situazione che risulterà unica nella storia della manifestazione. Al termine delle prime carriere, infatti, vengono estratte le lance con cui si giostrerà nelle seconde. Si ricorda che sino ad alcuni anni fa questa operazione era effettuata, per tutte le otto carriere dopo la lettura della Disfida e prima dell’inizio delle carriere stesse mentre oggi l’estrazione viene effettuata durante la cerimonia di Estrazione dell’Ordine delle Carriere. Vince, come abbiamo visto, Porta del Foro con la coppia formata da Antonio Chianese e Arturo Vannozzi. Al termine della prima tornata Sant’Andrea occupa l’ultima posizione con solo 2 punti all’attivo mentre tutti gli altri quartieri hanno marcato 3 punti. Nella seconda tornata Vannozzi mette a tacere la concorrenza con un centro ed a nulla serve il raddoppio del punteggio ottenuto da Aurelio Favi poiché nell’impatto aveva marcato solo 2 punti.

Nel 1967 prevale Porta Santo Spirito che, con la coppia formata da Paolo Giusti e Donato Gallorini, porta la Lancia d’Oro ai bastioni con il più classico 4 + 4.

Si arriva così al 1972. Vince ancora Porta Santo Spirito ed anche questa volta il punteggio ottenuto è il 4 + 4 che, in quel periodo era sinonimo di vittoria pressoché certa. Tra i giostratori giallo blu ritroviamo Paolo Giusti questa volta affiancato da Marcello Formica. E’ questa la Giostra degli “1”. Ben tre volte la lancia dei giostratori si ferma sul minimo punteggio. Il primo giostratore a sbagliare così clamorosamente la mira è Carlo Monti di Porta del Foro che perde addirittura la lancia e quindi azzera il punteggio. Nella seconda serie di carriere Marca 1 punto anche il “cruciferino” Gabriele Tabanelli che però spezza la lancia e raddoppia (inutilmente) il suo punteggio seguito da Emilio Mordente di Porta del Foro. Per la coppia della “chimera” sarà questa l’ultima apparizione in Piazza.

Si torna a correre il 3 settembre nel 1978 e si ripete ancora il cliché delle due volte precedenti. Vince ancora Porta Santo Spirito con un 4 + 4 ed ancora una volta Paolo Giusti è componente della coppia della “colombina” cambiando compagno; questa volta è affiancato da Silvano Gamberi.

Un salto si 11 anni e si arriva al 1989 quando ad affermarsi è la coppia di Porta Sant’Andrea formata da Franco Ricci e Martino Gianni. In questo caso il punteggio necessario per aggiudicarsi la vittoria è più basso che nelle occasioni precedenti. Bastano infatti 7 punti ai “biancoverdi” per primeggiare. Al termine della prima tornata di carriere tutti i quartieri sono a pari punti avendo i propri giostratori marcato ognuno 3 punti. E’ poi Martino Gianni nella prima carriera della seconda serie a rompere l’equilibrio con un 4. Che non sarà ripetuto dagli avversari.

Nel 1995 si ha la prima vittoria di Porta Crucifera (sempre considerando le giostre corse in questa data). E’ una Giostra al cardiopalma. Inizia Porta Santo Spirito con Franco Valeri che marca 3 punti ma perde la lancia azzerando il suo punteggio. Scende poi in lizza Gabriele Veneri di Porta del Foro ed anche lui marca 3 punti mantenendo ben salda in mano la propria arma. Sepiacci (Porta Sant’Andrea) ed Alessandro Vannozzi (Porta Crucifera) si fermano sul 2. Nella seconda tornata Gianni Vignoli Marca solo 3 punti mentre sia Luca Veneri che Martino Gianni marcano un ottimo 4. A questo punto Porta del Foro attende il tiro di Marco Filippetti che, per pareggiare le sorti è obbligato a colpire il centro. E Filippetti ci riesce rimettendo in corsa il proprio quartiere. Spareggi tra Porta del Foro e Porta Crucifera. Luca Veneri marca solo 2 punti e facilita il compito di Filippetti che non rischia nulla e va dritto sul 3 seguito dal tripudio “rossoverde” per una vittoria insperata.

Il 3 settembre 2000 rimarrà nella storia della Giostra per il numero di spareggi che si sono resi necessari per decretare la vittoria. In totale, tra carriere regolamentari e spareggi si correrà contro Buratto ben 33 volte. Un record ad oggi imbattuto.

Dopo le carriere regolamentari solo Porta Del Foro è fuori dai giochi avendo marcato solo 7 punti contro gli otto di tutti gli altri. Martino Gianni con un 5 rimette in corsa Porta Sant’Andrea che aveva solo un 3 nella prima tornata. Al terzo spareggio ancora un centro per Martino Gianni non ripetuto da Carlo Farsetti di Porta Santo Spirito. Alessandro Vannozzi imita il giostratore bianco verde ed i due quartieri continuano la loro sfida alternando i giostratori. Ora sono Maurizio Sepiacci e Daniele Gori a sfidarsi poi tocca a Gianni e Vannozzi. Si va avanti così sino alla 32^ carriera quando Martino colpisce il 2 e Alessandro non rischia e marca un tre che mette fine ad una serie infinita di spareggi e permette a Porta Crucifera di aggiudicarsi la vittoria che il quartiere rosso verde replicherà la settimana seguente nella 100^ edizione corsa straordinariamente in occasione del Giubileo.

L’ultima volta in cui si corso Giostra il 3 settembre risale al 2006. Vince Porta Santo Spirito con la coppia formata da Luca Veneri e Carlo Farsetti. A quella edizione presenziò l’allora Presidente del Consiglio dei Ministri Romano Prodi.