Le altre Giostre disputate con questo ordine di carriere

516

Domenica 3 settembre si disputa la 135^ edizione della Giostra del Saracino ed i Quartieri affronteranno Buratto re delle Indie nel seguente ordine: Porta Sant’Andrea, Porta Santo Spirito, Porta Del Foro e Porta Crucifera. Nelle precedenti edizioni solo in due occasioni è uscito quest’ordine di carriere ed entrambe le volte nel Terzo Millennio anche se, a voler essere precisi il 2000 sarebbe l’ultimo anno di quello precedente.

Ma andiamo con ordine. Anno 2000, è l’anno della Straordinaria in onore del Giubileo. Sarà la Giostra n° 100 che si disputa il 09 settembre, in notturna, ed alla quale asssiterà Alberto Sordi. A noi però interessa l’edizione n° 98 del 18 giugno. In quel pomeriggio il primo giostratore ad affrontare il Buratto è Martino Gianni che marca 4 punti. Lo segue Carlo farsetti che si ferma sul 2 poi Gabriele Veneri che emula il bianco verde e marca un 4 ed infine Daniele Gori che invece non va oltre il 2. Nella seconda tornata Maurizio Sepiacci non va oltre il 3 come Gamberi che corre la carriera dopo di lui. Il 4 lo colpisce Luca Veneri portando Porta del Foro in testa in attesa del “miracolo” a cui è chiamato Alessandro Vannozzi …. spezzare la lancia! Vannozzi però non solo non spezza la lancia ma marca solo 2 punti e la vittoria arride ai giallo cremisi di Porta del Foro.

La seconda, e ad oggi ultima volta, che i Quartieri scendono in Piazza in quest’ordine è il 06 settembre 2015. Porta Sant’Andrea decide che ad aprire le carriere debba essere Enrico Vedovini il quale marca 5 punti, A questo punto la gara è in salita per tutti gli altri che devono marcare il massimo punteggio e sperare nell’errore dei bianco verdi. Ma ecco che Gian Maria Scortecci non si fa prendere dal panico ed affronta la carriera nel migliore dei modi pareggiando il colpo di Vedovini. Porta del Foro si affida ad Andrea Vernaccini che marca 4 punti. E’ ora la volta Alessandro Vannozzi. Il giostratore rosso verde effettua la carriera e marca 4 punti ma il Capitano chiede al Maestro di campo la ripetizione della stessa in quanto sarebbe stata disturbata da un funzionario delle Forze dell’ordine che avrebbe attraversato la lizza nei pressi del giostratore quando questi si apprestava alla partenza. Dopo alcuni minuti in cui nella Piazza regna la più grande consfusione con Porta Crucifera a sostenere le proprie ragioni e gli altri tre Quartieri l’esatto opposto il Maestro di Campo ritiene ammissimili le rimostranze di “Colcitrone” ed autorizza la ripetizione della carriera. Vannozzi marca di nuovo 4 punti. Nella seconda tornata di carriere Stefano Cherici di Porta Sant’Andrea ed elia Cicerchia per Porta Santo Spirito marcano un 4 rimettendo in corsa gli avversari. Ne approfitta Porta del Foro che con Andra Carboni marca 5 punti e si aggiudica il diritto di partecipare agli spareggi. Stesso punteggio è richiesto a Filippo Fardelli ma il giostratore di Porta Crucifera si ferma sul 4. Spareggio a tre. Porta Sant’Andrea manda in lizza Vedovini che si ripete nel centro. Elia Cicerchia, per Porta Santo Spirito, colpisce anch’egli il centro. Con due centri davanti carboni non può cercare altro tiro ma va troppo sotto e la sua lancia si ferma sul 2. Ancora uno spareggio, questa volta a due. Si alternano i giostratori. Questa volta la sfida è tra Stefano Cherici e Gina Maria Scortecci. Per entrambi una carriera impeccabile ed il massimo punteggio …5!

E sarà ancora il 5 il punteggio che marca Vedovini (tre tiri tre centri!!!!). Cicerchia corre anch’egli un’ottima carriera ed il suo colpo mette in difficoltà la giuria che esprime il verdetto dopo una lunga consultazione. Sarà ancora 5 (e si continua) oppure un punteggio più basso (e vittoria di Sant’Andrea? “DUE” annuncia l’Araldo  e la lancia d’Oro prende la strad di Piazza San Giusto.

Sarà questo anno, il 2015, l’unico, sino ad oggi in cui la coppia Scortecci – Cicerchia non si aggiudica neppure una delle Giostre disputate. Dal loro esordio nel 2012, infatti, hanno sempre vinto almeno una volta se non TRE come nel 2016!!!!!