Mafia: beni per oltre 5 mln confiscati a dentista nel Nisseno

47

Palermo, 7 ott. (AdnKronos) – Beni per un valore di oltre 5 milioni di euro sono stati confiscati dalla Polizia di Stato e dalla Guardia di finanza di Caltanissetta a un dentista di Niscemi, Giuseppe Amedeo Arcerito, 64 anni. Il provvedimento emesso a luglio del 2015 dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Caltanissetta è divenuto irrevocabile lo scorso settembre quando la Corte di Cassazione ha disposto la confisca definitiva dei beni.
Il medico è ritenuto affiliato alla famiglia mafiosa di Niscemi e più volte è stato raggiunto da provvedimenti restrittivi nell’ambito delle operazioni ‘Ricostruzione’ del 2001 e ‘Parabellum’ del 2011. Condannato con sentenza del Tribunale di Catania nel 2002, divenuta definitiva nel 2003, alla pena di tre anni di reclusione per associazione di tipo mafioso, per vari episodi di estorsioni, è attualmente sottoposto all’obbligo di dimora e di presentazione alla polizia giudiziaria.