Mostre: il George Washington di Canova celebra legame tra Veneto e Usa (2)

72

(AdnKronos) – (Adnkronos) – “La Gypsotheca e Museo Antonio Canova di Possagno e la Frick Collection di New York potranno iniziare un percorso di valorizzazione del patrimonio culturale italiano in cui Canova fu un grande protagonista – ha detto la presidente Franca Coin –, non dimenticando anche il ruolo fondamentale che egli ebbe nel recupero delle opere d’arte prelevate dall’Italia. Con la sua abilità diplomatica convinse i francesi a restituire importanti capolavori trafugati da Napoleone”.
Nel 1816 il Parlamento della North Carolina commissionò ad Antonio Canova una statua di Washington, primo presidente degli Stati Uniti d’America. A proporre l’artista veneto fu Thomas Jefferson, terzo presidente degli USA, ma anche architetto e uomo di cultura, il quale era convinto che nessun americano sarebbe stato in grado di affrontare tale impresa, che poteva essere affidata solo al più grande scultore d’Europa e quindi del mondo, cioè Canova. Il monumento celebrativo, che rappresentava Washington nelle vesti di un condottiero romano, venne collocato nella State House di Raleigh, capitale della North Carolina, nel 1821, ma solo dieci anni più tardi un incendio lo distrusse, riducendolo in frammenti.
Fortunatamente nella Gypsotheca e Museo di Possagno si conserva il modello originale in gesso a grandezza naturale eseguito da Canova nel 1818, che sarà il pezzo più importante di questa mostra che ripercorre la storia del capolavoro perduto, insieme a bozzetti preparatori, disegni e incisioni.