Pd: Bianconi (Ap), ‘Libero’ oltre limite ma nessuna indignazione per Berlusconi

27

Roma, 8 nov. (AdnKronos) – “Nessuno può pensare, in nome di una presunta e troppo spesso storpiata libertà di espressione, di avvelenare il clima politico ed incitare alla violenza ed all’odio. In questo senso ‘Libero’ ha oltrepassato quel limite che il buon senso pone e che rischia di avvelenare il clima politico, e di produrre tensioni di cui francamente il Paese in questo momento non ha bisogno”. Lo sottolinea Laura Bianconi, capogruppo di Alternativa popolare al Senato.
“Perciò è forte la nostra indignazione, la stessa che provammo quando Silvio Berlusconi fu al centro di pesanti attacchi, questi sì di morte, attraverso gruppi di Facebook che cercavano un killer per ucciderlo; oppure con la pubblicazione di ben due libri ‘Chi ha ucciso Silvio Berlusconi’ e ‘Sono stato io (il primo a ‘uccidere’ Berlusconi)’, quest’ultimo scritto da Oliviero Beha e pubblicato, tra gli altri, da ‘L’Unità’, ed ancora acquistabili attraverso Amazon ed Ebay; o addirittura attraverso il film ‘Shooting Silvio’ uscito nel 2007 nei cinema ed andato in onda su Sky con la recitazione di Alessandro Haber e la partecipazione di Marco Travaglio”.
“Forte indignazione, quindi, peccato però -lamenta- che allora non ci fu la stessa unanime riprovazione come oggi contro ‘Libero’, con tanti che giustificarono gli attacchi come diritto di satira o libertà di espressione. Ma per noi l’incitamento alla violenza ed all’odio non conosce colore politico”.