Pd: Cuperlo, Renzi? leader non antepone interessi personali

19

Roma, 9 nov. (AdnKronos) – “Penso che ci sono dei momenti in cui la leadership deve esprimere la sua generosità. Da questo punto di vista è generoso quel leader che antepone, se è uno statista, gli interessi del paese agli interessi di sé stesso, ed è generoso il leader politico che antepone l’interesse della sua parte all’interesse personale”. Lo dice Gianni Cuperlo a proposito di Matteo Renzi a Radio Capital spiegando che sarà il segretario Pd a decidere quale mossa fare.
“Quello che spero il segretario non voglia fare -continua Cuperlo- è di tornare a sfidare in modo muscolare il paese: abbiamo già visto come va a finire questo film, lo abbiamo visto in particolare nel referendum costituzionale. Penso che dopo il risultato della Sicilia sarebbe stato saggio avere un atteggiamento diverso anche rispetto ai commenti della prima ora, invece di attaccare nella prima riflessione pubblica il presidente del Senato per una presunta pavidità nel non aver accettato quella sfida”.