Pensioni: Furlan, Bankitalia riconosce che vanno corretti alcuni aspetti

35

Treviso, 7 nov. (AdnKronos) – “E’ importante che Banca d’Italia e Corte dei Conti riconoscano che bisogna correggere alcuni aspetti della riforma del sistema pensionistico, nel segno dell’equità. Noi non abbiamo mai detto che vada cancellata per tutti l’aspettativa di vita. Nell’accordo che noi un anno fa abbiamo fatto con il Governo abbiamo detto che va rivisitato il meccanismo perché non tutti i lavori sono uguali, non è uguale la gravosità, il pericolo del lavoro e quindi evidentemente bisogna fare un lavoro importante che identifichi la reale aspettativa di vita, in base al lavoro che uno svolge”. Ha risposto così la segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan, a margine del Consiglio Generale della Cisl di Treviso e di Belluno, a chi le chiedeva un commento sulle osservazioni di Banca d’Italia e della Corte dei Conti.
“Se si lavora in un laminatoio o si lavoro sulle impalcature vien difficile arrivare a quell’aspettativa di vita che è la media dell’Istat. Quindi il lavoro che va fatto è quello di identificare quei mestieri per cui deve essere bloccato il meccanismo di un continuo innalzamento dell’età pensionabile. C’è un tema di compatibilità economica ma c’è anche un tema di compatibilità sociale e di compatibilità umana di cui assolutamente bisogna tenere conto”, ha spiegato.