Penultimo giorno e tanto pubblico ad assistere le prove dei propri giostratori per sostenerli e capire se la speranza, il sogno di alzare la Lancia d’Oro di Ugo Riva può trasformarsi in realtà.

Scendono in piazza per primi i giostratori di Porta Crucifera. Filippo Fardelli porta Gessica la cavalla titolare per domenica e con lei effettuata tre tiri. Se i primi due vanno a marcare il quattro il terzo cancella il pomodoro con il giostratore che si lascia andare ad un grido di gioia. Una gran bella carriera che trasmette fiducia e sicurezza in vista della sfida di domenica. Carboni ha portato Scira effettuando quattro tiri tutti sul quattro anche se molto vicini al cinque. Al terzo tiro le palle del buratto sono andate molto vicino a colpire il giostratore fermandosi sulla sella.

Ecco il turno di Porta Sant’Andrea e i suoi giostratori tutti con i cavalli titolari. Prove in fotocopia per Vedovini e Cherici, tre tiri a testa e per entrambi il cinque arriva solo al terzo tentativo. Abituati al cinque in prima carriera la notizia sembra essere proprio quella del centro arrivato al terzo tiro. Gli atri tutti sul quattro ad eccezione del primo di Cherici che si è fermato sul tre in angolo sopra al centro.

Terzo in piazza è Porta Santo Spirito con Cicerchia e Scortecci. Il primo ha portato il cavallo di riserva Denny dando un giorno di riposo a El Chico. Ha effettuato cinque tiri colpendo un cinque in ultima carriera mentre gli altri sono andati tutti sul quattro sempre vicini al centro. Scortecci invece ha effettuato tre carriere con due cavalli. La prima disputata con Doc, il titolare, cancellando il cinque mentre gli altri due in sella a Faustino sono un quattro e un cinque. Doc sarà il cavallo con cui Scortecci correrà giostra domenica prossima sostituendo Napoleone ancora assente.

A chiudere la quarta giornata di prove è stato Porta del Foro con Vernaccini e Innocenti. Tutti e due con i cavalli di domenica prossima simulando la giostra nei minimi dettagli. Vernaccini è stato protagonista suo malgrado del mal funzionamento del buratto di riserva che al secondo tiro del giostratore non ha funzionato, dove ha cancellato il cinque, causando poi l’interruzione delle prove per la sua sostituzione. Nel primo tiro il cavaliere ha colpito il quattro. Ma il protagonista della giornata, come nelle migliori sceneggiature, esce allo scoperto a fine serata. Gabriele Innocenti all’esordio in piazza da titolare dopo il primo tiro che va sul quattro sopra il centro nei successivi tiri colpisce tre volte il cinque, l’ultimo effettuato con il cavallo di riserva. Tre centri consecutivi colpiti da Innocenti a dimostrazione che il giostratore giallo cremisi sta crescendo tanto e velocemente da far preoccupare molto i suoi avversari.

Domani, tempo permettendo, ci sarà l’ultima tornata di prove a chiusura di una settimana intensa e non priva di sorprese. Sarà una simulazione di ciò che potrà succedere domenica prossima ad ora diciassettesima in piazza grande.