Quirinale: Mattarella ricorda De Nicola, alto contributo in periodi difficili (2)

18

(AdnKronos) – De Nicola, ricorda ancora Mattarella, “svolse un ruolo cruciale nella transizione istituzionale italiana, quando, alla vigilia del referendum, il Re decise di trasferire le proprie attribuzioni al Luogotenente del Regno. Compiuta la scelta repubblicana, l’Assemblea costituente lo elesse Capo provvisorio dello Stato esprimendo così rispetto per la storia del Paese e affievolendo i rischi di contrapposizione tra gli italiani”.
“‘Dobbiamo avere la coscienza -disse nel discorso di insediamento- dell’unica forza di cui disponiamo: della nostra infrangibile unione’. E rafforzare l’unità mentre si edificava il nuovo ordinamento democratico -afferma ancora il Capo dello Stato- divenne la direttrice della sua azione”.
“Con l’entrata in vigore della Costituzione assunse, primo nel nuovo ordinamento, la qualifica di Presidente della Repubblica, sia pure per il breve periodo che condusse poi alla elezione di Luigi Einaudi. L’onestà e la sobrietà furono qualità che tutti gli riconobbero e apprezzarono. Divenne primo presidente della Corte costituzionale, così da ricoprire nell’arco della propria vita tutte la maggiori cariche dello Stato democratico. Oggi facciamo memoria dell’uomo delle istituzioni, e ne ricordiamo l’opera con riconoscenza”.