Tempo permettendo questa sera si corre la Prova Generale dedicata ad un personaggio storico della Giostra del Saracino quel Guido Raffaelli Capitano plurivittorioso di Porta Crucifera per tutti “Ciuffino” con 14 lance vinte con il quartiere rossoverde per il quale ha rivestito tale ruolo in periodi diversi tra 1971 e il 2000. Il suo primo successo da capitano è datato 2 settembre 1973, l’ultimo 9 settembre 2000. Raffaelli ha fatto anche parte della Commissione Consultiva dell’Istituzione Giostra del Saracino. Scomparso il 12 dicembre 2016, a lui è intitolato il Campo Prova del quartiere di Porta Crucifera inaugurato a maggio.

Si daranno battaglia i giostratori di riserva dei quartieri in una Prova Generale che oggi è diventata il banco di prova per dimostrare alle dirigenze di essere pronti a “passare titolari”.

Per Porta Sant’Andrea i giostratori a scendere in piazza saranno Saverio Montini e Francesco Rossi. Montini diciannove anni alla sua prima esperienza correrà in sella a Tornado mentre il suo compagno Francesco Rossi ha corso 14 volte vincendone 4 (giugno e settembre 2012, settembre 2014 e giugno 2015), centri colpiti uno correrà in sella a Mango.

Il secondo quartiere è Porta Santo Spirito con la coppia Elia Pineschi e Andrea Bennati. Pineschi ha fatto l’esordio in Prova Generale a giugno e correrà con Paco. Bennati invece ha corso dodici volte con tre successi (giugno 2013, giugno 2014, settembre 2015), i centri colpiti all’attivo sono quattro si affida a Toni.

Terzo sulla lizza il quartiere Porta del Foro con la coppia Davide Parsi e Adalberto Rauco. Parsi ha disputato la giostra lo scorso giugno mentre in questa edizione di settembre, come già deciso questo inverno dalla dirigenza giallo cremisi, lascia il posto a Innocenti. Ha corso sei edizioni vincendone tre tutte lo scorso anno, un centro colpito disputerà la prova in sella a Elettra. Rauco ha corso due edizioni e si affida a Cody.

Chiuderà la sfida Porta Crucifera con la coppia Jacopo Francoia e Lorenzo Vanneschi vincitori dell’edizione di giugno. Francoia ha disputato quattro edizioni colpendo un cinque correrà in sella a Lughente de Campeda. Vanneschi ha corso cinque edizioni con due centri colpiti entrambi nell’edizione del giugno scorso correrà in sella a Carlito Brigante.

Già stasera in occasione della Prova Generale e poi per la Giostra di domenica 3 settembre, come per l’edizione di giugno saranno attive misure di sicurezza straordinarie con operazioni di controllo svolte anche con l’ausilio di metal detector messi a disposizione da Ceia Spa, azienda aretina leader del settore, alla quale va il ringraziamento dell’Istituzione Giostra.