Siccità: Arpav, in Veneto le piogge di settembre non bastano

28

Padova, 6 ott. (AdnKronos) – Le piogge di settembre non bastano a compensare la scarsità di acqua in Veneto. Lo rileva il rapporto Risorsa Idrica di Arpav, documento periodico che fornisce un quadro sintetico sulla disponibilità delle acque superficiali e sotterranee nella regione.
Precipitazioni: il mese di settembre è stato caratterizzato da piogge abbondanti; rispetto alla media del periodo 1994-2016, i quantitativi di pioggia mensili risultano superiori del 58%. A livello di bacino idrografico (solo parte veneta), sono state registrate ovunque situazioni di surplus pluviometrico rispetto alla media 1994-2016. Nonostante le piogge abbondanti del mese, il saldo dell’anno idrologico, che va da ottobre a settembre, rimane negativo, con un deficit pari al 18%.
Falda: Settembre è stato caratterizzato da più impulsi di precipitazione che hanno interessato tutta la regione, con valori complessivi mensili significativi sulle zone montuose e sulla pianura centro orientale. Tuttavia, a fine mese, la quota della falda è ancora molto bassa per la stagione, eccezion fatta per le stazioni influenzate dalla ricarica del fiume Piave.