Sicilia: Crocetta, Orlando chieda scusa, sua scelta demenziale

32

Palermo, 6 nov. (AdnKronos) – “Orlando invece di parlare di calamità istituzionale a proposito del mio governo e accusare gli altri della sconfitta, dovrebbe chiedere scusa. Ai siciliani, al Pd e anche a me. Ma il suo narcisismo, la sua supponenza e la sua arroganza glielo impedisce”. Così il presidente uscente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, replica con l’Adnkronos alle parole del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che all’indomani del voto in Sicilia che ha visto la sconfitta del candidato del centrosinistra, Fabrizio Micari, “su cui ha pesato come un macigno la fallimentare esperienza di Crocetta” è tornato a puntare il dito contro il Governo targato Crocetta definendolo “una calamità istituzionale”.
“Uno che mette in campo un progetto, ma che non è neppure capace di chiudere una lista – aggiunge il governatore – dovrebbe avere la dignità di tacere. Pensare di dare vita a un progetto civico a due mesi dal voto e con un candidato che nessuno conosce è stata una mossa demenziale”.